Al Cinema di Venezia sbocciano gli amori, la storia tra Maria Callas e Onassis

Per ripercorre la storia della Mostra del Cinema di Venezia bisogna guardare verso i sodalizi più famosi. Nonostante le coppie che hanno sfilato sul red carpet siano state tantissime, solo alcune si sono formate sotto i riflettori di questo grande evento, come la storia tra Maria Callas e Onassis, forse tra le più iconiche sbocciate nella Dominante. Correva l’anno 1957, in cui trionfava il capolavoro indiano l’Invitto e si celebrava il neorealismo con l’affermazione di Federico Fellini e Michelangelo Antonioni, con la Mostra che era in continua crescita grazie anche alle star che arrivavano da ogni parte del mondo per parteciparvi. Anche la regina della lirica Maria Callas era presente, dopo che a 33 anni aveva calcato i palchi più prestigiosi come il Teatro alla Scala di Milano e il Metropolitan Opera House di New York.

L’incontro tra Maria Callas e Onassis, ecco com’è nata la storia

Maria Callas, diva di origine greca, giunse alla mostra con l’attuale marito Giovanni Battista Meneghini, ma l’incontro con Aristotele Onassis, anche lui di origine greca, fu fatale. I due si videro grazie alla giornalista di gossip Elsa Maxwell che il fece conoscere ad un ricevimento all’Hotel Danieli. Quella sera di settembre del 1957 i due divi di origine greca si piacquero e trascorsero tutta la serata insieme parlando in greco per non farsi capire da nessun altro, proprio come due innamorati segreti. Così nacque l’amore tra i due, i quali nei giorni successivi si fecero immortalare all’Harry’s Bar, sulla spiaggia dell’Hotel Excelsior, dove la loro intesa crebbe sempre di più.

La loro relazione venne ufficializzata nel 1959, ma non ebbe un lieto fine seguendo le lettere biografiche di Maria Callas, nelle quali il rapporto si rivelò tossico. La fine arrivò nel 1968, quando Onassis decise di non sposare la regina della lirica, portando sull’altare invece Jackie Kennedy, l’ex first lady americana. Tuttavia si dice che la Callas e Onassis rimasero legati negli anni successivi, fino al 1975, quando il greco si ammalò gravemente e perse la vita, portando con sé in ospedale la coperta di Hermés regalatagli dalla diva. In seguito, due anni dopo, si spense anche la regina della lirica.


Clizia Incorvaia stuzzica i suoi follower, le scommesse sulla nascita del bimbo

Alessia Marcuzzi verso la Rai: pronto un programma tutto suo