Junior Cally: la replica alle polemiche e a Matteo Salvini

Junior Cally se ne infischia delle critiche: “Non rispondo a Salvini”

Dopo la bufera scoppiata a Sanremo Junior Cally si è sfogato contro le critiche e ha detto la sua anche su Matteo Salvini.

Il testo del suo brano Strega ha sollevato un vero e proprio polverone su Junior Cally, il quale ha però riferito in un’intervista a Il Messaggero di voler affrontare in maniera professionale questo Sanremo 2020, anche se c’è chi teme contestazioni. “Qualsiasi cosa accada devo rispettare quel palco, la musica italiana, la canzone che porto. Non ho paura delle possibili contestazioni, vedremo quello che arriverà”, ha dichiarato.

Anche il leader leghista Matteo Salvini si era espresso negativamente sulla partecipazione del rapper e la kermesse, ma lui si è rifiutato di replicare: ‘‘Io sono un cantante non sono un politico, Salvini è un pesce grosso quindi non credo di rispondere”, ha dichiarato Junior Cally.

Junior Cally
Fonte Foto: https://www.instagram.com/juniorcallypage/?hl=it

Junior Cally: la replica dopo la bufera

Junior Cally, all’anagrafe Antonio Signore, è stato travolto da una vera e propria bufera per la sua partecipazione al Festival di Sanremo che, nonostante le polemiche, è stata confermata. Al Messaggero il rapper ha dichiarato di non voler dare peso alle critiche e ha provato ancora una volta a difendere il suo brano incriminato, ovvero Strega:

“Se cominciamo a leggere le prime quattro righe, ci accorgiamo che è un elogio alla non violenza. Dico di non rispondere alla violenza con altra violenza ma con le parole”, ha riferito, aggiungendo anche che le polemiche avrebbero avuto inizio solo dopo che la sala stampa ha ascoltato il brano da lui presentato al Festival, No Grazie, che sarebbe una dura condanna contro il populismo e il razzismo. “Mi viene da pensare male”, ha dichiarato il rapper a proposito del “tempismo” con cui le critiche sarebbero iniziate.

Emma Marrone e Amadeus: le parole in difesa del rapper

Sulla questione si era espressa anche Emma Marrone, che sarà al Festival con il resto del cast de Gli anni più belli, film di Gabriele Muccino. La cantante aveva difeso il rapper dichiarando che l’arte deve essere libera di potersi esprimere.

Il direttore artistico Amadeus a sua volta aveva dichiarato nella conferenza stampa:  “Ha una canzone bellissima come le altre 23, è una canzone al passo coi tempi (…) Noi dobbiamo guardare avanti”. La presenza di Junior Cally è stata confermata e pertanto per sapere come reagirà il pubblico alla sua esibizione bisognerà aspettare la serata del 5 febbraio.

Fonte Foto: https://www.instagram.com/juniorcallypage/?hl=it

ultimo aggiornamento: 04-02-2020

X