I fan di Harry Potter hanno sicuramente notato l’assenza dell’autrice J.K. Rowling durante la reunion per il ventesimo anniversario del primo film. Ecco perché la scrittrice è stata esclusa.

Per iniziare bene l’anno, i fan di Harry Potter hanno potuto gioire con lo speciale dedicato ai film della Warner Bros, in occasione dei 20 anni dal primo film, Harry Potter e la Pietra Filosofale. Durante il documentario, si sono riuniti molti componenti del cast, tra cui i tre protagonisti principali e molti altri attori, registi e produttori. Chi manca all’appello è, però, J.K. Rowling, la creatrice di tutto il mondo magico. Come mai è stata esclusa?

L’autrice è presente solo simbolicamente, con alcuni frammenti di un’intervista che risale al 2019. Molti hanno pensato che la sua assenza fosse riferita al fatto che, ultimamente, le sue affermazioni contro la comunità trans l’abbiano resa un personaggio poco gradito, ma a quanto pare non è questo il motivo.

A quanto pare, al magazine Entertainment Weekly è stato confermato che l’invito per la sua partecipazione in presenza effettivamente le è stato recapitato ma il suo team, che però non ha rilasciato dichiarazioni, ha pensato che non fosse il caso di partecipare.

Ovviamente, i fan non hanno apprezzato questa spiegazione, infatti sul web le insinuazioni sulla sua assenza sono molte e sono quasi tutte riferite alla sua controversia contro le comunità trans e gay.

La scrittrice ha assicurato in passato di non essere transfobica e ha dichiarato: “Le vite dei trans contano. I diritti dei trans sono diritti umani”, ma, negli ultimi anni, ha invece diffuso ideologia e retorica che sono state collegate al movimento TERF (Trans-Exclusionary Radical Feminists), che spesso sostiene la posizione che le donne trans non sono donne.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 03-01-2022


Belen si mostra senza veli: la foto fa impazzire il web

Clizia Incorvaia è finalmente libera: l’influencer negativa al Covid