Salta l’esibizione di Irama alla prima serata del Festival di Sanremo dopo che un membro del suo staff è risultato positivo: oggi toccherà a Noemi.

Il Festival di Sanremo quest’anno ha incontrato davvero numerose difficoltà legate principalmente alla pandemia e questa volta a farne le spese troviamo anche il cantante Irama. Il giovane cantautore ed ex vincitore della diciassettesima edizione del talent show Amici di Maria De Filippi avrebbe infatti dovuto esibirsi nella prima serata della kermesse canora presentata e diretta da Amadeus ma dopo la scoperta di un membro del suo staff positivo al Covid, l’esibizione è stata rimandata: ecco chi canterà al suo posto sul palco dell’Ariston.

Irama: esibizione rimandata a Sanremo

Davvero una brutta sorpresa per Irama alla vigilia della 71esima edizione del Festival di Sanremo. Dopo la scoperta in seguito al tampone antigenico dove uno dei componenti del suo staff è risultato essere positivo al Covid 19, l’artista ha dovuto rinunciare ad esibirsi nella prima serata e al suo posto invece vedremo esibirsi la cantante Noemi.

Ecco il comunicato della Rai: “In seguito al tampone antigenico, risultato positivo, di uno dei componenti dello staff di Irama, l’artista è stato sottoposto a tampone molecolare di verifica. Pertanto, in attesa del risultato, la sua esibizione – prevista questa sera – è stata rimandata alla seconda serata del Festival. Al suo posto – tra i 13 Campioni in gara questa sera – stasera si esibirà Noemi”.

Irama canterà domani

Irama, quindi, è stato anche lui sottoposto ad un tampone molecolare di verifica e nell’attesa di conoscere il risultato, la sua esibizione è stata così rimandata alla seconda serata del Festival di Sanremo, dove l’artista dovrebbe presentare l’inedito dal titolo La genesi del tuo colore.

Non è il primo positivo al Covid, dato che la scorsa settimana era stata riscontrata la positività di Moreno Conficconi degli Extraliscio.


Achille Lauro per Sanremo non bada a spese: ha affittato 3 ville!

Sanremo 2021, il meglio e il peggio della prima serata: dagli applausi finti alle performance