Intervista Esclusiva di Donna Glamour a Samuele Sbrighi, attore nella web series di successo “Forse Sono Io 2”

Samuele Sbrighi nella web series “Forse sono io 2” interpreta il ruolo di un regista, Armando Bernarda, che tratterà malissimo Mike (interpretato da Vincenzo Alfieri), un giovane attore alla ricerca dell’amore e del successo tra un intoppo e l’altro, durante i vari set in cui il ragazzo dovrà lavorare.

chiudi

Caricamento Player...

Samuele Sbrighi è un attore e regista italiano che debutta all’età di 4 anni con Roberto Benigni. Successivamente gira alcuni spot pubblicitari e si diploma all’Accademia d’Arte Drammatica Antoniana di Bologna.

Dopo alcuni lavori teatrali studia ancora recitazione presso il Centro di cinema e teatro Duse di Roma. In gioventù ha partecipato a diverse fiction tv tra cui nel 2010 entra a far parte del cast di “Centovetrine” dove interpreta l’ispettore dell’interpol Giacomo Romani. Sul set della soap, conosce quella che poi sarebbe diventata la sua compagna, ovvero l’attrice Sara Zanier, alla quale è tuttora legato e dalla quale, il 15 dicembre 2012, ha avuto la sua prima figlia, Sole.

Nel 2013 gira per Rai 1 “La Prof 5” nei panni di Nino Ballotta, esce al cinema con “Una Notte agli Studios” di Claudio Insegno e gira la serie “Forse Sono Io 2” di Vincenzo Alfieri dove interpreta il divertente ruolo del regista Armando Bernarda.

Leggi anche: Intervista Esclusiva di Donna Glamour a Stella Egitto, attrice nella web series di successo “Forse Sono Io 2″

Proprio di questa esperienza Samuele Sbrighi ha raccontato a Donna Glamour. Di seguito l’intervista in esclusiva.

Secondo te qual è il segreto del successo di “Forse sono io”? Quando ho visto la prima serie di “Forse sono io”, serie nella quale non c’ero e di cui parlai gia’ al tempo con obbiettivita’, capii subito che era un qualcosa che in Italia non si era mai visto. Mi colpi’ moltissimo la regia e il modo di recitare degli attori che erano tutti giustissimi per il ruolo oltre che (finalmente) coraggiosi nell’azzardare quel qualcosa in piu’ che di solito attribuiamo solo agli americani.

Ti riconosci nel personaggio che interpreti? Assolutamente no, per questo mi sono divertito come un pazzo ad interpretarlo e non nascondo che ormai vive come un virus dentro di me e non vede l’ora di ripresentarsi. Il regista “Armando Bernarda” (per onor del vero il nome è una trovata della produttrice Rossella Alfieri nei camerini) , gia’ il nome la dice lunga sul carattere, è figlio mio e del regista Alfieri. Se io e lui fossimo una coppia gay, sicuramente nostro figlio sarebbe cosi’. Bernarda e’ il perfetto connubio tra cio’ che fa ridere lui e fa ridere me.

La scena più bella della web series per te qual è stata? E’ molto difficile trovare nella seconda serie una scena in particolare piu’ bella delle altre perche’ vi renderete conto del grande livello raggiunto da essa, ma se proprio devo scegliere mi ha divertito tantissimo girare una scena scritta 10 min prima dal regista e sceneggiatore Vincenzo Alfieri che per la prima volta vedeva il mio personaggio sottomesso a quello che è nella serie l’antagonista di Mike Miele,ovvero l’attore di successo interpretato dall’esilarante Josafat Vagni. Se dovessi scegliere invece la scena che mi ha emozionato di piu’ senza dubbio direi quella di Mike Miele (Vincenzo Alfieri) che davanti alla porta di casa della sua “innamorata” (non svelo nulla di più’…) cerca di farle capire i suoi sentimenti. Quella scena conferma che “Forse sono io 2” puo’ essere esilarante, spaventoso o anche commovente. E’ un mix perfetto di emozioni.

Quali sono le differenze tra una web serie e una serie tv, oltre ovviamente al differente canale di divulgazione? La differenza tra webseries e serie tv sta nel linguaggio che essa esprime in generale. Nelle webseries, a differenza delle serie tv, si puo’ sperimentare cio’ che il mercato piu’ chiuso della televisione non da l’opportunita’ di sperimentare a giovani talenti del calibro di Alfieri che ritengo un tesoro per il futuro del nostro cinema. Non ci sono motivi in particolare ma spesso la tv ha paura di “spingersi oltre” perchè resta ancorata a sponsor che si rivolgono prevalentemente a chi la guarda e quindi ha paura a lasciare una strada vecchia per una nuova.

Le web series secondo te potranno in futuro sostituire la tv? Credo che le webseries stiano già sostituendo la tv. Non mi meraviglia che i migliori talenti ora siano scoperti proprio dal web. In futuro credo tutto passera’ dal web quindi ci sara’ moltissima piu’ offerta che portera’ sicuramente ad una concorrenza sana fra prodotti e non ci sara’ piu’ un monopolio assoluto. Questo sara’ positivo inoltre perche’ accontentera’ un po’ tutti i palati.

Leggi anche: Forse Sono Io 2 – Mai ferire una Donna…cosa succederà?

Puoi seguire Samuele Sbrighi sulla sua pagina Facebook e sulla pagina Facebook di “Forse sono Io 2

Puoi guardare la web series “Forse sono Io” sul sito www.forsesonoio.it o alla pagina On Demand di MTV