Vittima di uno scherzo di Le Iene, Giovanni Muciaccia è stato segregato per ore in un laboratorio d’arte con le mani intrappolate in due secchi pieni di gesso. Come se la sarà cavata?

Il conduttore Giovanni Muciaccia, noto per il programma Art Attack, è stato vittima di uno dei diabolici scherzi di Le Iene nella puntata del 10 novembre 2019. Segregato in un laboratorio d’arte di Roma per ore con le mani intrappolate nel gesso, il povero Muciaccia ha provato in tutti i modi a sfuggire al pazzo che lo teneva in ostaggio.

Lo scherzo delle Iene comincia con una richiesta bizzarra: una mail in cui si richiede all’ignaro Muciaccia, di poter prendere il calco in gesso delle sue mani per beneficienza. Peccato poi che riesca più a liberarsi…

Giovanni Muciaccia
Giovanni Muciaccia

Lo scherzo di Le Iene a Giovanni Muciaccia

Fiero di potersi mettere al servizio della beneficienza e dell’arte l’ignaro Giovanni Muciaccia accetta di buon grado, recandosi alla fabbrica del gesso in cui Nic Bello, l’artista, lo sta aspettando. Molto tranquillamente, Muciaccia racconta i bei tempi andati: “In una puntata di Art Attack abbiamo fatto qualcosa col gesso” e si appresta a prendere il calco della mano.

Passato il tempo di posa necessario per l’asciugatura del gesso, il presentatore si rende conto di ciò che sta succedendo. La beneficienza era tutta una montatura, lui è stato rapito! Comprende finalmente di essere vittima di un pazzo che lo ha trasformato in un personaggio da lui inventato: Mansecchio. Dopo svariati tentativi andati a vuoto finalmente, stanco, spaventato e afflitto, Giovanni Muciaccia riesce a fuggire dal laboratorio del pazzo e si incammina alla ricerca di aiuto verso Transtevere.

Fortunatamente prima dell’arrivo di Vigili del fuoco o dei Carabinieri le diaboliche Iene escono allo scoperto, rivelando che è stato tutto uno scherzo architettato con la complicità della moglie.

Chissà se Giovanni avrà ancora voglia di ripetere un attacco d’arte così emozionante!

Che cosa fa ora Giovanni Muciaccia?

Giovanni Muciaccia non ha mai lasciato il piccolo schermo, anche se lo si vede davvero di rado. Negli anni ha abbandonato la TV per ragazzi, dedicandosi a programmi divulgativi come, ad esempio, Sereno Variabile.

Nel 2017 ha portato avanti la promozione del film Raffaello Sanzio Principe delle Arti e ha condotto una mini serie a puntate per il web intervistando filosofi, professori d’arte e critici.

Nel 2018, invece, si dedica ad una nuova e importante avventura televisiva: 5 cose da sapere, progetto culturale molto importante che lo ha aiutato ad allontanarsi dalla figura di eterno bambino.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Sparatoria a Roma, Salvo Sottile è in prima linea e filma tutto

Raz Degan, spunta fuori una nuova fidanzata! Ecco chi è