Giorgia Surina racconta il suo grande dolore

Giorgia Surina parla, ancora una volta, della fine del suo matrimonio con Nicolas Vaporidis: “Ho sofferto, il dolore mi ha attraversata”

chiudi

Caricamento Player...

La 41enne Giorgia Surina in una lunga intervista a Vanity Fair ha rivelato di essere single e per quanto riguarda l’amore ha parlato delle sue storie con il collega Nicolas Vaporidis, sposato nel settembre 2012 e dal quale si è separata nel febbraio 2014, e della lunga storia con Antonio Campo Dall’Orto, iniziata quando lei aveva vent’anni circa e durata 5 anni. L’esperienza della separazione con Nicola l’ha portata, per un periodo, a smettere di credere nell’amore a causa forse del troppo dolore provato.

Questa sofferenza sembra l’abbia aiutata però a ritrovare la consapevolezza di ciò che lei desidera da una relazione:

“In certi momenti ti sembra che l’amore non esista, ti crolla tutto e pensi di aver creduto in una favola. Mi sono lasciata attraversare dal dolore, senza combatterlo, come fosse un fulmine: così come è entrato, è anche uscito”.

Giorgia Surina, dopo il dolore, si è rialzata e ha affrontato il difficile allontanamento dal suo ex marito:

“Ho sofferto ma dalle sconfitte so rialzarmi, in questo ho preso da mio padre: la fierezza arriva dalle sue origini croate. Quell’esperienza, poi, è servita a chiarirmi che cosa voglio da una relazione e che cosa sono disposta a dare.

L’amore che avevo perso ho cercato di indirizzarlo verso i miei amici e i miei genitori. Sono ripartita da me, dalle cose che mi piace fare, e ho capito che l’amore esiste eccome, è il motore di tutto”.

L’attrice ha infine parlato della sua relazione avuta con Antonio Campo Dall’Orto, il direttore generale della Rai:

“Io avevo 22 anni, lui 11 più di me, ma la differenza d’età non mi è mai pesata. Anzi, mi piace stare con uomini più grandi perché ti danno l’occasione di crescere. […] Eravamo innamoratissimi ma poi la vita ci ha portato in direzioni diverse: anche rispettare il cambiamento dell’altro è una forma d’amore. Affetto e stima però non verranno mai meno”.