Gestione spese: quali sono le app migliori per tenere sotto controllo il bilancio familiare? Scopriamo come risparmiare e non esagerare.

Avere una corretta gestione delle spese non è fondamentale solo per le grandi famiglie, ma anche per i single incalliti che non hanno nessuna intenzione di condividere il proprio nido. Se non riuscite a far quadrare i conti, una buona soluzione è farsi aiutare da un’app per il controllo del bilancio familiare. Quali sono le migliori in circolazione?

Gestione spese casa: le app migliori

La gestione spese è una faccenda dolente per molti, soprattutto per coloro che hanno più uscite che entrate. Anche se sembra impossibile far quadrare i conti, ci sono alcune applicazioni di finanza personale che possono rendere l’impresa più semplice. Gestire il denaro, fissando degli obiettivi a breve o lungo termine, infatti, può aiutare a monitorare il conto corrente e a non ritrovarsi sempre in rosso. Non è necessario un consulente finanziario, ma basta uno smartphone e un’app controllo spese giusta. Fortunatamente, ce ne sono molte gratuite, dettaglio a dir poco fondamentale, visto l’argomento in questione.

Tra le applicazioni gestione spese migliori, la prima è senza ombra di dubbio Oval. Disponibile sia per Android che per Apple, funziona come un vero e proprio salvadanaio digitale, dove si possono monitorare e controllare le spese, accumulare risparmi e, dulcis in fundo, investire. In base alle proprie disponibilità, questa app permette di mettere da parte ogni settimana un po’ di soldini e di farli crescere nel tempo grazie ai prodotti di investimento disponibili. Questi ultimi, ovviamente, sono spiegati fin nei minimi dettagli. Volendo, ogni volta che viene accreditato lo stipendio, si può decidere di scegliere una percentuale da accantonare. Per utilizzarla è necessario un IBAN di un conto o carta con accredito diretto SEPA.

Un altro gestore spese utile è Spendee (Android e Apple), che consente di tenere traccia delle spese giornaliere e analizzare le proprie abitudini in tema di compere. Per controllare le proprie finanze è possibile: collegare i conti bancari, in modo da veder riportate automaticamente tutte le transazioni sull’app; collegare cripto-wallet ed e-wallet per avere una panoramica completa; aggiungere le spese di cassa manualmente. Spendee fornisce grafici di facile interpretazione, che spiegano dove finiscono i soldi e informano quando le uscite superano le entrate e viceversa.

Risparmio

App controllo spese: ad ognuno la sua

Le app per bilancio familiare sono davvero tante, ma, tra quelle gratuite, soltanto alcune meritano attenzione. Una molto apprezzata dagli utenti è Mint, disponibile sia per Android che per Apple. Ha un’interfaccia intuitiva e semplice, che consente anche di vedere quali sono le spese che è possibile risparmiare. Tra i suoi punti di forza c’è la possibilità di redigere modelli di spesa e bilanci personalizzati.

Per quanto riguarda le app gestione spese familiari e aziendali, la più completa è Visual Budget. E’ semplice da usare, ma offre strumenti avanzati di analisi e raggruppamento. Inoltre, si possono gestire contemporaneamente diversi conti, in gruppi differenti. In questo modo si tiene traccia di tutte le transazioni condivise, che possono essere inserite manualmente o importando file CSV o OFX. L’unico difetto? La versione gratuita ha il limite di transazioni per conto, pari a 10 su dispositivi Android e 50 su iPhone, mentre con la Premium sono illimitate.

Infine, tra le migliori app gestione soldi abbiamo Monefy (Apple e Android). Semplice e intuitiva, offre grafici chiari da cui è possibile tenere controllo tutte le uscite e le entrate, ma anche strumenti come la modalità preventivo e la personalizzazione delle categorie.

ultimo aggiornamento: 25-08-2021


Frasi sull’autunno: quali sono quelle più belle ed emozionanti?

Cosa significa cadere dal pero?