Il conduttore Gerry Scotti, volto amatissimo della tv italiana, ha ringraziato tutto il personale sanitario in prima linea che lo ha aiutato ad uscire dall’incubo del Covid-19 lo scorso anno.

Oggi Gerry Scotti ha speso delle bellissime parole per tutto il personale sanitario che ha lavorato duramente, giorno e notte, durante l’emergenza della pandemia.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

In particolare, il conduttore ha ricordato la sua esperienza in ospedale, dopo essere stato ricoverato lo scorso 8 novembre 2020 proprio per Covid-19. Ha approfittato per ringraziare tantissimo tutti i medici e gli infermieri che lo hanno aiutato. Ecco cosa ha detto, mandando anche una frecciatina ai No Vax:

“Un anno fa, l’8 novembre dello scorso anno, ero ricoverato in terapia intensiva. E non è una cosa facile da raccontare. E vorrei raccontarla a tutti coloro che lo ‘negano’, bastava venirmi a trovare. Se dieci giorni dopo sono stato giudicato guarito e ancora ‘utilizzabile’ per i prossimi vent’anni, questo lo devo all’organizzazione della Regione Lombardia, alla sua macchina sanitaria e agli uomini e alle donne che ci lavorano. E visto che siamo alla Scala e che ieri alla ‘Scala del calcio’ hanno fatto quel bellissimo omaggio a tutto il settore degli ospedali, dei medici e degli infermieri, vi chiedo di alzarvi in piedi e fare un grande applauso”

Gerry Scotti e l’esperienza del Covid-19

Gerry Scotti annunciò di essere positivo al Covid-19 il 26 ottobre 2020, ma rivelò di stare bene. Dopo pochi giorni, però, venne ricoverato in terapia intensiva.

Proprio ieri, infatti, è ricaduto il brutto anniversario del suo peggioramento, che ora per fortuna può raccontare con un sorriso, ripreso completamente dal virus.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 09-11-2021


Juliana Moreira presenta il suo amante: ecco cosa è successo

Gigi D’Alessio tira un sospiro di sollievo: assolto dal reato fiscale