Dopo la vittoria dell’Italia di Euro 2020, i genitori di Roberto Mancini hanno confidato che il figlio si sentiva che avrebbe trionfato.

Intervistati da Ansa, i genitori di Roberto Mancini hanno rivelato un aneddoto sull’esperienza del figlio agli Europei 2020. L’allenatore degli Azzurri è riuscito a riportare nel bel Paese il titolo di Campioni d’Europa e l’intera popolazione lo ringrazia per la prima grande gioia dopo un periodo storico tanto difficile.

Roberto Mancini e la vittoria di Euro 2020: parlano i genitori

Aldo e Marianna sono i genitori del noto Roberto Mancini, l’uomo degli Euro 2020. E’ stato grazie alle sue direttive, che gli Azzurri sono riusciti a riportare in Italia il titolo di Campioni d’Europa, scippandolo all’Inghilterra. Una finale seguita da tutti gli italiani del mondo con una certa tensione, soprattutto nel corso dei calci di rigore. Non a caso, anche i genitori dell’allenatore hanno definito il match un po’ “sofferto“.

È stata un’emozione terribile. Forte e bella alla fine, però durante la partita è stato terribile. È stata molto sofferta. Adesso tanta felicità, ma a un certo punto quasi non ci speravo più. Lui però se lo sentiva che avrebbe vinto questo Europeo. Chissà perché“, ha dichiarato la signora Marianna ad Ansa.

Il signor Aldo e sua moglie hanno seguito tutte le partite dell’Italia agli Europei 2020, ma lo hanno fatto da soli. Hanno confessato che è stata una scelta scaramantica e che, nel corso della finale, hanno temuto di non riuscire a vincere il titolo. Sono molto orgogliosi di Roberto e hanno sottolineato che lui, fin da subito, ha sentito che i suoi ragazzi sarebbero riusciti in questa impresa.

Aldo e Marianna Mancini: un figlio che ha sempre amato il calcio

La signora Marianna e il signor Aldo sono fieri del modo con cui il figlio ha preso per mano ogni singolo giocatore, ma la madre non ha nascosto che, all’inizio della carriera, non era molto felice di vederlo nei panni di allenatore. Fin da quando aveva 5 anni, Roberto ha sempre amato il calcio e nel profondo del suo cuore sapeva che questo sarebbe diventato il suo mestiere.

Roberto ha fatto un lavoro che gli piaceva. Era felice già per questo. Il padre gli ha dato una grossa spinta all’inizio perché lui era un ragazzino e non poteva sapere bene quello che faceva. Io ero un po’ più titubante perché avevo paura di farlo andare fuori. Ero un po’ arrabbiata perché andava via di casa. Alla fine, però, hanno avuto ragione loro. Sapevo che avrebbe fatto l’allenatore perché ce l’aveva proprio nel sangue“, ha dichiarato la signora Marianna.

Al momento, i genitori di Mancini non hanno ancora avuto modo di sentire l’allenatore degli Azzurri, ma di certo a breve lo incontreranno e si congratuleranno con loro.


Lino Banfi, il “porca puttena” è un portafortuna per gli azzurri: arriva un sms da Mancini

Chiellini dedica la vittoria dell’Europeo ad Astori: “L’avremmo voluto qui con noi”