Gabriel Garko pronto a condurre Sanremo

L’attore e regista Gabriel Garko si dice pronto per il Festival di Sanremo, ma non chiamatelo valletto

chiudi

Caricamento Player...

A Sanremo quest’anno con Carlo Conti ci sarà un valletto, anzi, un  co-condutture e sarà niente meno che il sex symbol Gabriel Garko che insieme a Virginia Raffaele e Madalina Ghenea formeranno il team alla conduzione del Festival della canzone italiana. Intervistato da Tv Sorrisi e Canzoni, Gabriel Garko ha chiarito di non essere un valletto ma un conduttore e farà i possibile per convincere il pubblico del Festival dal 9 al 13 febbraio. “Non voglio fare polemica, nessuno in Rai mi ha definito “valletto”. È stato detto da alcuni come una provocazione che non raccolgo. Poi se dimostrerò di fare il valletto avranno ragione. E se dimostrerò altro?”.  Nonostante i nomi delle vallette e dei conduttori di Sanremo siano stati fatti pochi giorni fa, pare che la proposta fosse stata fatta a Gabriel Garko da Carlo Conti già diversi mesi fa e lui sarebbe riuscito a non fare trapelare nulla nonostante la continua attenzione dei paparazzi a causa della sua nuova storia d’amore con la collega Adua Del Vesco.

Prima volta a Sanremo

Per Gabriel Garko si tratta della prima apparizione a Sanremo come co-conduttore e ha ammesso di aver accettato per la stima e la fiducia che nutre nei confronti di Carlo Conti.

“Qualche mese fa. È stato molto spiccio, mi ha detto: Devi condurre Sanremo con me. Ho detto sì perché c’è Carlo Conti. Mi fido di lui, lo stimo molto, ha una bell’aura, è una persona positiva, affidabile [..] Non ero mai stato a Sanremo, nemmeno da spettatore […] Negli anni passati a chi mi chiedeva: Farebbe Sanremo?, rispondevo: Mai!. E invece nella vita mai dire mai”

Gabriel Garko ha ammesso di essere pronto per questa nuova avventura, critiche comprese:

“Per questo ho detto che sono un incosciente. Lì ti “radiografano” e bersagliano per tutto, anche se non c’è motivo. Ma cosa mi possono dire più di quello che mi hanno detto finora?”

Gabriel Garko
Fonte: Facebook