Dopo il coming out di Gabriel Garko al Grande Fratello Vip sono molti i colleghi famosi dell’attore ad essersi espressi (non sempre positivamente) sulla vicenda.

Gabriel Garko ha praticamente svelato il suo “segreto di Pulcinella” al GF Vip, e sembra che nei prossimi giorni farà il suo vero e proprio coming out durante un’ospitata a Verissimo. In tanti hanno lodato l’intervento dell’attore nella Casa più spiata d’Italia (dove ha letto la sua lettera rivelatrice ad Adua Del Vesco) ma molti personaggi vip (compresi Marco Carta, Vladimir Luxuria e Francesca Barra) hanno per certi aspetti criticato il coming out tardivo – e secondo alcuni forzato – dell’attore.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Gabriel Garko: il coming out e le reazioni

Da anni si vocifera che Gabriel Garko sia gay, e durante la puntata del 25 settembre 2020 al GF Vip è stato finalmente l’attore a prendere la parola in merito dopo aver anticipato via social che avrebbe detto “la sua verità”.

GABRIEL GARKO
GABRIEL GARKO

In tanti tra i suoi colleghi vip non hanno apprezzato il modo in cui l’attore ha svelato il suo “segreto di pulcinella” al reality show, affermando che la decisione di Garko sarebbe giunta tardiva e “forzata”. Seppure molti di essi abbiano lodato il fatto che l’attore si sia finalmente “liberato” del suo segreto, c’è infatti chi l’ha accusato di averlo fatto troppo tardi o perché generosamente remunerato.

Luxuria ha preso le difese dell’attore in un tweet facendo riferimento ai molti altri vip che, come lui, probabilmente hanno dovuto fingere per ottenere consensi.

La giornalista Francesca Barra ha invece scritto che, pur essendo felice della “liberazione” di Garko, per il futuro si augurerebbe la fine di questa “tendenza a ingannare il pubblico”.

Marco Carta ha fatto i complimenti a Garko per il suo coming out, e via social ha scritto: “Ogni #comingout è bello perché dietro ha la sua storia da raccontare”.


Elettra Lamborghini sposa da sogno: i tre abiti del suo matrimonio

Harry e William “mantenuti da papà Carlo con 6 milioni”