A cosa servono le frasi sulla pazzia? Per prima cosa a riflettere, attività oggi più necessaria che mai. Vediamo quali sono le più belle.

Le frasi sulla pazzia devono essere lette come lezioni di vita, specialmente quando i pregiudizi impregnano l’aria che rispirate. Prendetevi un po’ di tempo e leggetele con estrema lentezza: soltanto in questo modo coglierete pienamente il senso di ciò che grandi autori hanno comunicato a menti in grado di apprendere.

Frasi sulla pazzia: le più belle di sempre

Chi ha detto che essere pazzi è un male? Non solo la bellezza, ma anche quella che molti considerano follia salverà il mondo. Fin dalla notte dei tempi, i grandi autori hanno sempre dedicato pensieri all’attività della mente di coloro che, per ignoranza, hanno vissuto ai margini della società. Avere un ‘credo’ diverso, però, non è sinonimo di pazzia. Di seguito, una selezione di frasi sulla follia:

Frasi pazzia d'amore
Frasi pazzia d’amore
  • Vorrei essere dietro il sipario della follia: mi occuperei dei fiori, dipingerei l’amore, il dolore, la tenerezza e riderei dell’idiozia degli altri e tutti direbbero: poverina è matta e soprattutto riderei di me. (Frida Kahlo);
  • Ti viene data solo una piccola scintilla di follia. Non devi perderla. (Robin Williams);
  • Siate affamati, siate folli. (Steve Jobs);
  • L’imperfezione è bellezza, la pazzia è genialità, ed è meglio essere assolutamente ridicoli che assolutamente noiosi. (Marilyn Monroe);
  • In materia amorosa i pazzi sono quelli che ne sanno di più. Non chiedere d’amore agli intelligenti, amano intelligentemente, che è come non aver amato mai. (Julio Cortázar);
  • Vado d’accordo con i bambini, con i matti e i poeti, quelli che perdono la bussola, il tempo e gli schemi, quelli che saltano sopra i muri e corrono liberi dall’altra parte. (Fabrizio Caramagna);
  • Il pazzo è un sognatore sveglio. (Sigmund Freud);
  • Un uomo che ha un’idea nuova è uno svitato finché quell’idea non ha successo. (Mark Twain);
  • Se non ricordi che l’amore t’abbia mai fatto commettere la più piccola follia, allora non hai amato. (William Shakespeare);
  • Che cos’è un matto? …Questa volta ti risponderò senza giri di parole: la follia è l’incapacità di comunicare le tue idee. È come se tu fossi in un paese straniero: vedi tutto, comprendi tutto quello che succede intorno a te, ma sei incapace di spiegarti e di essere aiutata, perché non capisci la lingua. (Paulo Coelho);
  • In un’epoca di pazzia, credersi immuni dalla pazzia è una forma di pazzia. (Saul Bellow);
  • La malattia mentale è ancora oggi, purtroppo, un tabù, e alcune patologie sanno suscitare nient’altro che sospetto, diffidenza, paura, anche se certi vissuti sono solo apparentemente distanti e lontani da quelli dei cosiddetti “normali”. E pensare che basterebbe sentir suonare una canzone per ritrovarsi a cantare insieme, a sdrammatizzare, a condividere’. (Francesco Guccini);
  • Matto. Affetto da un alto grado di indipendenza intellettuale; non conforme ai modelli di pensiero, parola e azione, che la maggioranza ricava dallo studio di sé stessa. In poche parole, diverso dagli altri. (Ambrose Bierce);
  • L’individuo equilibrato è un pazzo. (Charles Bukowski);
  • La pazzia mi visita almeno due volte al giorno. (Alda Merini);
  • Ridevano di Edison, ridevano di Fulton, e rideranno di ogni pazzo senza speranza (Aaron Haspel);
  • Ero matta in mezzo ai matti. I matti erano matti nel profondo, alcuni molto intelligenti. Sono nate lì le mie più belle amicizie. I matti son simpatici, non così i dementi, che sono tutti fuori, nel mondo. I dementi li ho incontrati dopo, quando sono uscita. (Alda Merini);
  • I pazzi osano dove gli angeli temono d’andare. (Alexander Pope);
  • Mi piace essere la cosa giusta nel posto sbagliato e la cosa sbagliata nel posto giusto, perché accade sempre qualcosa di interessante. (Andy Warhol);
  • I pazzi aprono le vie che poi percorrono i savi. (Carlo Dossi);
  • Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida, visionaria follia. (Erasmo da Rotterdam);
  • Non chiederti perché la gente diventa pazza, chiediti perché non lo diventa. Davanti a tutto quello che possiamo perdere in un giorno, in un istante, è meglio chiedersi che cos’è che ti fa restare intero. (Meredith Grey);
  • L’equilibrio tranquillizza, ma la pazzia è molto più interessante. (Bertrand Russel);
  • È tutta colpa della luna, quando si avvicina troppo alla terra fa impazzire tutti. (William Shakespeare);
  • Alcune persone non impazziscono mai. Che vite davvero orribili devono condurre. (Charles Bukowski);
  • C’è una crepa nella mia visione e la follia l’attraverserà sempre. (Anaïs Nin);
  • Un pazzo non è che una minoranza formata da una sola persona. (George Orwell);
  • Gli uomini sono così necessariamente pazzi che il non esser pazzo equivarrebbe a esser soggetto a un altro genere di pazzia. (Blaise Pascal);
  • Mi considerano pazzo perché non voglio vendere i miei giorni in cambio di oro. E io li giudico pazzi perché pensano che i miei giorni abbiano un prezzo. (Khalil Gibran).

Alcune frasi possono essere considerate vere e proprie poesie sulla pazzia, quindi assaporatele nel modo giusto, con estrema lentezza e attenzione.

Aforismi sulla follia firmati da grandi autori

Le citazioni sulla follia non sono state partorite solo dai grandi autori, ma inserite anche all’interno di pellicole che hanno fatto la storia della cinematografia mondiale. Di seguito, una selezione di frasi sui matti, alcune tratte dai film:

frasi pazzia
frasi pazzia
  • Alice: Sto diventando matta, papà? / Padre: Ho paura di sì, Alice: sei matta, svitata, hai perso la testa… Ma ti dirò un segreto: tutti i migliori sono matti. (Alice in Wonderland);
  • Non ci vuole niente, sa, signora mia, non s’allarmi! Niente ci vuole a far la pazza, creda a me! Gliel’insegno io come si fa. Basta che Lei si metta a gridare in faccia a tutti la verità. Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazza! (Luigi Pirandello);
  • Si nasce tutti pazzi. Alcuni lo restano. (Samuel Beckett);
  • Will Turner: Non so se è pazzia o genialità. / Jack Sparrow: Impressionante quanto spesso questi due tratti coincidano… (Il pirata dei caraibi);
  • Tutti coloro che scrivono sono un po’ matti. Il punto è rendere interessante questa follia. (Francois Truffaut);
  • L’arte può rappresentare la follia, ma soprattutto l’arte presenta la follia. (Maurizio Cattelan);
  • La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità! (Il cappellaio matto nel film Alice in Wonderland);
  • Tutti siamo costretti, per rendere sopportabile la realtà, a tenere viva in noi qualche piccola follia. (Marcel Proust);
  • La più costosa di tutte le follie è credere fermamente in quello che palesemente non è vero. È l’occupazione principale del genere umano. (H.L. Mencken);
  • Il primo segno di follia, è parlare con la propria testa. (Harry Potter);
  • Un ramo di pazzia abbellisce l’albero della saggezza. (Alesandro Morandotti);
  • È una pazzia amare, a meno che non si ami pazzamente. (Jean Ythier);
  • Senza il condimento della follia non può esistere piacere alcuno. (Erasmo da Rotterdam);
  • C’è un certo piacere nell’essere pazzo, e solo i pazzi lo conoscono. (John Dryden);
  • Perché per me l’unica gente possibile sono i pazzi, quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati, vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo, quelli che mai sbadigliano o dicono un luogo comune, ma bruciano… bruciano… bruciano come favolosi fuochi artificiali color giallo che esplodono come ragni attraverso le stelle e nel mezzo si vede la luce azzurra dello scoppio centrale e tutti fanno ooohh. (Jack Kerouac);
  • Alice: Ma che sta facendo? / Stregatto: La deliranza. / Pincopanco e Pancopinco: Deliranza, che bellanza. (Alice in Wonderland);
  • La società, per dirsi civile, dovrebbe accettare tanto la ragione quanto la follia, invece incarica una scienza, la psichiatria, di tradurre la follia in malattia allo scopo di eliminarla. Il manicomio ha qui la sua ragion d’essere. (Franco Basaglia);
  • Le statistiche sulla salute mentale dicono che una persona ogni quattro soffre di qualche forma di malattia mentale. Pensa ai tuoi tre migliori amici. Se sono a posto, allora sei tu quello matto! (Rita Mae Brown);
  • Chi vive senza follia non è così savio come crede. (Francois de La Rochefoucauld);
  • Re: Qual è la più gran pazzia dell’uomo? / Bertoldo: Il reputarsi savio. (Giulio Cesare Croce);
  • Trovarsi davanti a un pazzo sapete che significa? Trovarsi davanti a uno che vi scrolla dalle fondamenta tutto quanto avete costruito in voi, attorno a voi, la logica, la logica di tutte le vostre costruzioni! Eh! Che volete? Costruiscono senza logica, beati loro, i pazzi! O con una loro logica che vola come una piuma! Volubili! Volubili! Oggi così e domani chi sa come! Voi vi tenete forte, ed essi non si tengono più. Voi dite “questo non può essere” e per loro può essere tutto. (Luigi Pirandello).

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 01-10-2022


Cos’è la listeriosi? Sintomi, contagio e cura

Cosa significa fit check?