Davide Rossi, figlio del celebre Vasco, è stato condannato a un anno e dieci mesi di carcere. Nel 2016 non si fermò a prestare soccorso in seguito a un incidente.

“Lo fanno solo perché mio padre è famoso,” ribatte così Davide Rossi, figlio del noto cantante, dinnanzi alla sentenza di condanna. Un anno e dieci mesi di carcere, è quanto ha stabilito il giudice, come pena in seguito all’incidente in cui fu coinvolto il giovane nel settembre 2016. E non è finita qui, il tribunale ha stabilito anche la revoca definitiva della patente per Rossi Junior.

Le dinamiche dell’incidente

Davide Rossi ricorrerà in appello: “Sono indignato, è morta la giustizia,” ha aggiunto, disapprovando chiaramente la sentenza. Secondo l’accusa Rossi non si fermò allo stop, scontrandosi con un’auto su cui viaggiavano due donne che riportarono ferite. Dopo lo scontro il figlio di Vasco si allontanò senza prestare soccorso. Mentre Davide Rossi si dileguava dal luogo dell’incidente, l’amico Simone Spadano si fermava ad aiutare le donne ferite.

Al momento Spadano è stato condannato a nove mesi per favoreggiamento; ad aggravare le dinamiche dei fatti la patente di Spadano risultava scaduta il giorno dell’incidente.

Giustizia non è stata fatta,” continua imperterrito Davide Rossi. Il suo avvocato aggiunge che non è stato tenuto conto che le due ragazze sono già state risarcite.

Una condanna esemplare, si dice in questi casi. Ma il figlio di Vasco Rossi non ci sta, non vuole essere lui a pagare. Non accetta le proprie colpe. Riguardo all’omissione di soccorso, no comment: continua a ribadire l’ingiustizia della sua condanna.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 12-10-2021


Matteo Ranieri avvistato a Roma: andrà al GF o a Uomini e Donne?

Clementino vs Malgioglio: “Sei utile come l’ananas sulla pizza”