La festa della mamma si celebra in tutto il mondo, ma non tutti sanno che nei vari Paesi ricorre in date differenti. Perché e quali sono le sue origini?

La Festa della Mamma è ormai una celebrazione internazionale. In tantissimi Paesi del mondo si dedica questa giornata alle madri, al loro amore incondizionato e alla loro forza. Per l’occasione, grandi e piccini sono soliti fare un piccolo omaggio alle proprie madri: da lavoretti e biglietti fai da te a fiori e regali di ogni genere, per esprimere gratitudine e riconoscenza verso chi ha fatto loro il dono più grande: la vita.

Festa della mamma: data in Italia e nel mondo

Non c’è una data precisa per festeggiare la ricorrenza: è tradizione, infatti, celebrarla la seconda domenica del mese di maggio. Nel 2021, per esempio, la festa della mamma ricorre il 9 Maggio in Italia e nella maggior parte dei Paesi del mondo, tra cui Germania, Stati Uniti, Australia, Cina e Giappone.

Mamma bacia bimbo che dorme
Mamma bacia bimbo che dorme

Molti Paesi hanno scelto maggio come mese per celebrare le madri, ma le date sono differenti a seconda dei Paesi. Vanno dalla prima domenica del mese, come in Spagna e Portogallo, all’ultima, come in Francia e Svezia. Nel Regno Unito e in Irlanda la Festa della Mamma cade la quarta domenica di quaresima, in Russia, addirittura, l’ultima domenica di novembre. In molti Paesi arabi, invece, si festeggia il 21 marzo, facendo coincidere la ricorrenza con l’arrivo della primavera. Diversi Paesi dell’Est Europa, invece, hanno scelto l’8 marzo, giornata internazionale della donna.

Perché si festeggia la festa della mamma?

Già nella Grecia e nella Roma antiche si celebravano le divinità femminili e la fertilità nei mesi primaverili, ma la Festa della Mamma come la conosciamo oggi affonda le sue radici in tempi più recenti.

A celebrare il primo “Mother’s day for Peace” negli Stati Uniti fu l’attivista femminista e pacifista Julia Ward Howe. Propose questa giornata nel 1870, come momento di unione per la promozione della pace da parte delle donne.
Tuttavia, l’iniziativa non riscosse molto successo. Così, Anna Jarvis, grande attivista americana, ripropose una nuova Festa della Mamma il 10 maggio 1908. Lo scopo era quello di ricordare la madre Ann Reeves Jarvis, scomparsa pochi anni prima, e tutte le madri del mondo.

Ann Reeves Jarvis, amica di Julia, durante la sua vita si batté per migliorare le condizioni delle donne. Aveva a cuore la loro istruzione e lo stato di salute di madri e bambini, cercando di garantire loro farmaci ed assistenze essenziali.
A partire da questo evento, nel 1914 il Presidente degli Stati Uniti Woodrow Wilson ufficializzò la Festa della Mamma, che da allora comparve in molti altri Paesi, fino ad arrivare in Italia negli anni ’50.  


Pfizer, in arrivo la pillola per la cura domiciliare del Covid-19

Le migliori idee regalo per la festa della mamma: cosa acquistare online