Fabrizio Corona ha scritto una lettera dal reparto psichiatrico dell’ospedale di Niguarda, dove è tenuto sotto osservazione a causa dei suoi atti autolesionisti.

Fabrizio Corona ha rotto il silenzio con una lettera – letta in diretta tv da Massimo Giletti a Non è l’Arena – descrivendo la sua situazione psicologica e fisica dopo il ricovero al reparto di Psichiatria dell’Ospedale di Niguarda. L’ex Re dei paparazzi è tenuto sotto costante osservazione a causa delle ferite che lui stesso si è procurato alla notizia della revoca dei domiciliari. Corona – che ha iniziato lo sciopero della sete e della fame – si è detto pronto a morire pur di difendere i propri diritti:

“Dite che sto male. Voglio che sappiano quello che mi è successo. Ho chiesto di andare in bagno a fumare: mi hanno dato un accendino. Sono controllato a vista. Mi sono seduto sul wc a dorso nudo: ho visto la ferita sul mio braccio che mi sono provocato pugnalandomi con una biro”, ha scritto nella lettera letta da Massimo Giletti in diretta tv.

FABRIZIO CORONA
FABRIZIO CORONA

Fabrizio Corona: la lettera dall’ospedale di Niguarda

Fabrizio Corona è tenuto sotto costante osservazione a causa delle ferite che si è inferto alla notizia della revoca dei domiciliari e dell’ulteriore ferimento che si è procurato con una penna biro nello stesso ospedale. Nella lettera indirizzata a Massimo Giletti – che gli ha mostrato la sua vicinanza, così come Adriano Celentano e altri personaggi famosi – Fabrizio Corona ha scritto di essere pronto a morire pur di far valere i suoi diritti:

“Massimo devi sapere che quando mi sono maciullato il braccio non ho sentito nulla. Sono pronto a morire per i miei diritti”, ha specificato nel suo messaggio l’ex Re dei paparazzi.

La solidarietà di Belen e Adriano Celentano

Nei giorni scorsi Belen Rodriguez, ex fidanzata di Fabrizio Corona, aveva espresso la sua solidarietà nei suoi confronti. Dopo che le immagini del video shock dell’ex Re dei paparazzi hanno fatto il giro dei social, anche Adriano Celentano ha manifestato la sua solidarietà nei confronti di Corona scrivendo due lettere a lui indirizzate. Nella seconda missiva del Molleggiato all’ex Re dei paparazzi – inviata a Live – Non è la D’Urso – si legge:

“Caro Fabrizio, sei troppo intelligente per non sapere che se dovessi morire adesso solo per fare un dispetto a chi, per forza, ha dovuto giudicarti, non gliene fregherebbe niente a nessuno”. I legali di Corona intanto, attraverso i social, hanno manifestato preoccupazione per le sue condizioni di salute.


La battuta di Iva Zanicchi (sui cinesi) che ha fatto infuriare il web

La replica di Belen e il countdown per l’arrivo di Baby V: le news di gossip del weekend!