Errori di grammatica sui social più comuni: la lista di Massimo Roscia

Grammatica italiana RIP: quali sono gli errori sui social più comuni?

Pensavate fosse il ragazzo giusto, ma poi vi ha sorprese con un ‘se sarei’ e l’avete bloccato su Whatsapp. E avete fatto bene! Ma quali sono gli errori social più comuni? Li abbiamo raggruppati…

Se ci mettessimo ad elencare tutti gli errori sui social che riguardano la nostra amata grammatica italiana, staremmo di certo delle ore ad elencare orrori, imprecisioni e… nel giro di qualche giorno avremmo scritto il Nuovo Dizionario degli Errori Social, Ed. 2019.

Ad aiutarci, ci ha pensato Massimo Roscia, autore del noir La strage dei congiuntivi. La trama del libro è alquanto inusuale: cinque eclettici protagonisti si uniscono per mettere in piedi un grande disegno criminale per difendere una lingua vilipesa, maltrattata e ferita a morte: l’italiano! Nel libro e sul suo profilo social, cerca di fare una lista degli errori social più comuni.

Vediamoli più da vicino per scongiurare ogni possibile deturpazione della lingua italiana!

Errori social
fonte foto: https://www.instagram.com/massimo.roscia/

Gli errori sui social più comuni: classifica in pillole (ma ce ne sarebbero tanti altri…)

stò, sò, pò, quà: l’accento non ci va!

• qual’è: l’apostrofo proprio no, dimenticatevelo!

 ….. (numero di punti di sospensione che oscilla fra 5 e 8): devono essere TRE. Non uno di più, non uno di meno.

• avvolte (invece di “a volte”): non commentiamo nemmeno.

• gli dico (a lei): lo sappiamo, i pronomi sono difficili ma non impossibili.

 non c’è la faccio: non ce la facciamo proprio a vederlo così.

E gli orrori grammaticali? Vediamoli…

 • se io sarei: l’avete sentito il brivido lungo la schiena?

• ke ai fatto? cosa vi ha fatto il che scritto bene e il verbo avere coniugato correttamente?

• buon hanno: la differenza tra anno, periodo temporale, e la coniugazione del verbo avere, è un argomento da seconda/terza elementare. Il sussidiario ce l’avete ancora?

• pultroppopropio, ti penzo: speriamo siano solo orrori di distrazione.

• d’avvero: vi è scappato anche quest’apostrofo?

• addomani: vi stavate riferendo agli addominali fatti in palestra, vero?

• per senpre: prima della P e della B, ci vuole sempre la M. A meno che non vi chiamiate Gianmarco!

• un’abbraccio: vi mandiamo un abbraccio (se il nome dopo l’articolo è maschile l’apostrofo non si mette).

Insomma, cercate di rispettare la grammatica italiana ogni volta che riuscite e tenete alto il valore della cultura linguistica italiana! L’istruzione è molto importante, perciò vi vogliamo vedere sui banchi dell’università più energiche e glam che mai: ve li ricordate i make up più adatti? Non sbaglierete un colpo…

fonte foto: https://www.instagram.com/massimo.roscia/

ultimo aggiornamento: 02-06-2019

X