Aveva 91 anni: è morto a Roma il compositore e musicista, due volte premio Oscar, Ennio Morricone. I funerali in forma privata.

Autore di alcune delle più belle colonne sonore di sempre. Si è spento all’età di 91 anni Ennio Morricone, premio Oscar e grande compositore. Il musicista era ricoverato in una clinica di Roma a causa delle conseguenze di una caduta che gli aveva provocato la rottura del femore. Secondo la nota diffusa dal legale di famiglia, Morricone “ha conservato sino all’ultimo piena lucidità e grande dignità. Ha salutato l’amata moglie Maria che lo ha accompagnato con dedizione in ogni istante  della sua vita umana e professionale”. 

Ennio Morricone: funerali in forma privata

Poche righe in cui si sottolinea soprattutto l’affetto dei familiari del Maestro. “Ha ringraziato i figli e i nipoti per l’amore e la cura che gli hanno donato. ha dedicato un commosso ricordo  al suo pubblico dal cui affettuoso sostegno ha sempre tratto  la forza della propria creatività”.

I funerali si terranno in forma privata, “nel rispetto del sentimento di umiltà che ha sempre ispirato gli atti della sua esistenza”.

Ennio Morricone: le colonne sonore più belle

Un pubblico che non poteva non apprezzarne estro e talento. Impossibile scegliere le sue più belle colonne sonore. Troppe sono state quelle che hanno contribuito al successo dei film per cui le ha composte. Dai western di Sergio Leone, a Nuovo Cinema Paradiso, fino a Malena.

Premiato forse meno di quanto il suo talento non meritasse, aveva ricevuto due premi Oscar. Il primo per la carriera, nel 2007, dopo aver ricevuto cinque nomination senza tuttavia riuscire a portare a casa il premio. Il secondo invece nel 2016, per le musiche del film di Tarantino, The Hateful Eight, valso a Morricone anche un Golden Globe.

7 minuti al giorno per un corpo da favola! Scarica QUI la scheda.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Il figlio di Selvaggia Lucarelli (quindicenne) contesta Salvini: identificato

Platinette: “La legge contro l’omofobia? Una p*****ata colossale”