Si è spenta a 99 anni Joan Copeland, star di Broadway e delle soap opera. Ne ha dato notizia il figlio Eric.

lutto mano candela
lutto mano candela

Joan Copeland, sorella del celebre drammaturgo Arthur Miller e cognata di Marylin Monroe, sposati dal 1956 al 1961, si è spenta alla veneranda età di 99 anni. “Fin da quando ero una bambina ho avuto l’ossessione del palcoscenico” ha raccontato al New York Times anni fa, ed è riuscita a diventare una star. “Era come un grande sogno, come i bambini che vogliono volare sulla luna oggi. Forse sono stato inconsciamente influenzato da mio fratello. Ce l’aveva fatta. Volevo disperatamente uscire dalla tristezza in cui vivevo” confida ancora nell’intervista.

Joan Copeland: la carriera

Joan Maxime Miller scelse un nome d’arte, Joan Copeland appunto, perché “non volevo scambiare il nome di mio fratello”. Nonostante il legame con il grande drammaturgo, non ha mai avuto una corsia preferenziale per recitare nelle sue opere teatrali: “Mi ha sempre trattata come un’attrice, non come una sorella”.

È stata uno dei primi membri dell’Actor Studio. La sua carriera l’ha vista recitare in tv nel ruolo delle gemelle Maggie e Kay in “Love of Life” e in quello di Andrea in “Whiting in Search for Tomorrow”. Ha recitato anche nella serie “Aspettando il domani” . Sul palcoscenico di Broadway recitò in “Detective Story”. Sostituì perfino Katharine Hepburn nel ruolo di Coco Chanel nel musical “Coco” e sostituì Eleonor Parker nel ruolo di Vera Simpson in “Pal Joey”. È stata anche doppiatrice (“Koda, fratello orso”) e sceneggiatrice.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 05-01-2022


Selvaggia Lucarelli contro Katia Ricciarelli: “Prepotente e misogina”

Mario Balotelli positivo al Covid-19: era in Italia per le feste