Dove viaggiare senza passaporto: in quali Paesi possiamo andare se non abbiamo a disposizione il documento rilasciato dalla questura.

Stai pianificando le vacanze, hai voglia di andare all’estero, magari in qualche Paese tropicale, ma non hai il passaporto e non riusciresti ad averlo in tempo? Non preoccuparti. Esiste una lunga lista di posti stupendi in cui è possibile recarsi anche senza questo importante documento… e non solo in Europa! Scopriamo insieme dove viaggiare senza passaporto: ecco la lista completa di tutti i Paesi in cui possiamo recarci anche avendo solo una carta d’identità valida per l’espatrio.

Paesi europei dove serve il passaporto

Prima di capire in quale posto del mondo possiamo andare anche senza essere in possesso del passaporto, proviamo a capire com’è la situazione in Europa. Possiamo viaggiare tranquillamente all’interno dei Paesi che fanno parte dell’area Schengen. Si tratta di moltissimi Stati dell’Unione europea, come Austria, Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria.

aereo cielo decollo
aereo cielo decollo

Se quindi ti stai chiedendo dove andare al mare senza passaporto al di fuori dell’Italia, puoi optare per Paesi splendidi, con spiagge invidiate in tutto il mondo, come la Spagna, il Portogallo o la Grecia. Non fanno parte, invece, dello spazio Schengen, pur essendo parte integrante dell’Unione europea, Bulgaria, Croazia, Cipro, Irlanda e Romania. Tuttavia, anche in questi casi è possibile entrare nei confini anche solo con una carta d’identità. Le autorità consigliano comunque di munirsi anche di un passaporto, per non incorrere in problemi.

Dove viaggiare senza avere il passaporto

Al di fuori degli Stati dell’Unione europea, esistono comunque dei Paesi che possono essere raggiunti anche senza il documento rilasciato dalla questura. Si tratta in particolare di Albania, Andorra, Bosnia, Città del Vaticano, Gibilterra, Egitto (solo con un visto), Principato di Monaco, Repubblica di Montenegro, San Marino e Serbia. Necessario, invece, dopo la Brexit, il passaporto per entrare nel Regno Unito.

Si può entrare senza passaporto anche in alcuni Stati dell’Africa settentrionale, come Marocco e Tunisia, o dell’Eurasia, come la Turchia, ma solo tramite viaggi organizzati. Ovviamente, non è necessario il passaporto nemmeno per raggiungere zone extraeuropee di Stati europei come la Spagna e il Portogallo. Ad esempio, possiamo recarci liberamente alle Canarie, alle Azzorre e a Madeira.

Oltre al passaporto, è necessario invece munirsi di un visto d’ingresso se si vuole viaggiare in Paesi asiatici come Cina, India, Russia e Thailandia (ma non per soggiorni inferiori a 30 giorni), non serve invece il visto per gli Stati Uniti, il Canada, il Brasile e l’Argentina, ma solo per soggiorni superiori ai 90 giorni (per il Messico sono invece 180 i giorni di permanenza necessari). Il visto è indispensabile per l’Australia, mentre in Nuova Zelanda non serve se non si rimane per più di tre mesi.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 27-07-2022


Biologico o biodinamico? Ecco qual è la differenza

Social network: ecco cosa succede ad un account dopo il decesso