Diletta Leotta ha una liaison top secret col vicepresidente della Roma, Ryan Friedkin? Lei e Yaman si sarebbero lasciati.

Secondo Dagospia Diletta Leotta potrebbe avere in atto una liaison top secret col vicepresidente della Roma Ryan Friedkin. Sulla vicenda non esistono conferme, ma secondo indiscrezioni i due sarebbero stati avvistati insieme in un noto hotel della Capitale. Sarà vero? Per il momento la conduttrice non ha smentito il gossip, ma fino a qualche settimana fa risultava felicemente fidanzata con Can Yaman.

Diletta Leotta e Ryan Friedkin stanno insieme?

Al rumor sulla presunta crisi sentimentale tra Diletta Leotta e Can Yaman si è aggiunta un’indiscrezione secondo cui la conduttrice avrebbe una liaison top secret col vicepresidente della Roma Ryan Friedkin. I due al momento non hanno confermato né smentito i rumor in circolazione, e sui loro presunti avvistamenti non sono ancora emerse foto o ulteriori conferme. Diletta Leotta prenderà la parola in merito alla questione?

Diletta Leotta
Diletta Leotta

La crisi smentita con Can Yaman

Nei giorni scorsi Can Yaman si è cancellato dai principali canali social e la questione ha alimentato le voci in circolazione in merito alla sua presunta rottura con la conduttrice. A seguire la Leotta ha ricevuto il tapiro di Striscia la Notizia e ha smentito la presunta separazione dall’attore. “Il matrimonio non è saltato, quelle che circolano sono solo voci: la storia d’amore è vera e sono molto felice. C’è solo da fare le cose con i tempi giusti. Lui si è tolto dai social per questioni di business”, aveva affermato.

Da mesi circolano indiscrezioni riguardanti le loro presunte ed imminenti nozze e sembra che Yaman abbia finalmente donato alla conduttrice un prezioso anello di fidanzamento. In tanti tra i fan sperano di vedere la coppia convolare a nozze, ma al momento sulla vicenda non esistono date o certezze.

TAG:
Diletta Leotta

ultimo aggiornamento: 27-04-2021


Il figlio di Andrea Pirlo minacciato di morte: “Il limite è stato superato”

Lorella Boccia è incinta: “Adesso siamo noi tre”