Un tatuaggio mal riuscito ha portato a galla una nuova parola: nankurunaisa. Ecco come si scrive correttamente e il suo significato.

Sui social si è diffuso in maniera virale il video della lite tra un tatuatore e il suo cliente (che poi si scopriranno essere artefici di una gag): quest’ultimo avrebbe chiesto un tattoo con la scritta Never give up sulla schiena, ma sarebbe accaduto un errore. Per l’appunto, il tatuatore gli ha scritto Nankurunaisa, basandosi sulla foto mostratagli dal cliente, che, tuttavia, l’aveva unicamente impiegata come esempio per il font. La parola, scritta così, in realtà non significa nulla, frutto di un errore di ortografia immediatamente colto da chiunque abbia un po’ di familiarità con la lingua giapponese. Il modo corretto di scriverlo è nankuru nai sa: ecco il significato.

  • Origini: dal dialetto della città di Okinawa, in Giappone.
  • Dove viene usato: per indicare che in fin dei conti tutto andrà come deve andare, senza preoccuparsi troppo delle cose.
  • Lingua: giapponese.
  • Diffusione: in un noto proverbio locale.

Il significato di “nankurunaisa”

Nankuru nai sa (scritto erroneamente nankurunaisa) appartiene a un’espressione più ampia, “makutu sookee nankuru nai sa”, che rappresenta fondamentalmente un invito a comportarsi bene, come si deve, perché, prima o poi, in una maniera o nell’altra, le cose andranno da sé. Il proverbio è dunque carico di speranza, ma ad una sola condizione: che venga fatta la propria parte assumendosi le responsabilità.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Saluto giapponese
Saluto giapponese

Non bisogna interpretarlo leggervi abbandono al fatalismo (talvolta confuso col karma): troppo semplice e, soprattutto, lontano dalla verità. Si tratta invece di uno sprono a riporre una fondamentale fiducia nell’esistenza. Accada quel che accada, ogni cosa ha un senso. E, a posteriori, è possibile scoprire una natura benevola nella realtà, purché si adotti la giusta prospettiva. Per veicolare il concetto, in uno storico discorso tenuto all’Università di Stanford, Steve Jobs è ricorso all’immagine di un disegno che acquista un senso solamente nel momento in cui finiamo per connettere ogni puntino che lo compone.

Esempi d’uso

Ecco qualche esempio d’uso in casi pratici:

“Nankurunaisa è una delle parole più ottimiste al mondo”.

“Nankurunaisa: in questo momento bisogna sperarci, anzi crederci per davvero”.

TAG:
cosa significa

ultimo aggiornamento: 04-07-2021


Come si fa il vino?

Cosa sono le bugie bianche (e perché sono inevitabili)