Mai sentito parlare di mansplaining? Scopriamo insieme che cosa significa una delle parole (neologismo) legate al mondo del femminismo.

Nell’ambito di atteggiamenti e modi di un uomo nei confronti di una donna, è diventata conosciuta la pratica del mansplaining, ovvero le spiegazioni paternalistiche non richieste da una donna fatte da un uomo, su argomenti ovvi, nei nei suoi confronti. Si tratta purtroppo di una pratica che succede ancora troppo spesso, tanto che un sindacato svedese per impiegati, di nome Unionen, nel 2016 ha messo a disposizione una linea telefonica gratuita per segnalare casi del genere. Ma che cosa significa nello specifico questa parola? Ecco l’origine, la traduzione e alcuni esempi d’uso!

  • Origine: dall’inglese;
  • Quando viene usato: per indicare spiegazioni paternalistiche di argomenti ovvi fatte dagli uomini nei confronti delle donne;
  • Lingua: inglese;
  • Diffusione: globale.

La traduzione di mansplaining e la sua origine

La parola mansplaining è un neologismo della lingua inglese, formato dalla fusione di sue parole, “man” e “splaining”. La prima significa “uomo” e la seconda deriva dal gerundio del verbo “explaining” che significa “spiegare”.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Mansplaining
Mansplaining

La pratica del mansplaining è quando un uomo ha un atteggiamento troppo sicuro di sé, o condiscendente quando spiega, in maniera semplificata, un argomento a una donna. Questo suppone che la donna deve “stare zitta e ascoltare, anche quando ne sa di più”, dando adito a un modo di fare maschilista e sessista.

L’origine del termine è datata 2008, quando la scrittrice e giornalista del Los Angeles Times Rebecca Solnit ha intitolato un articolo “Man who explain things“, ovvero “Uomini che spiegano cose”. Questo raccontava di un caso che l’autrice aveva subito in prima persona nel 2003, da cui nacque l’idea e di conseguenza la parola in oggetto.

Mansplaining: esempi d’uso

Per fare qualche esempio, i casi di mansplaining sono frequenti, purtroppo.

Il caso della Solnit è il seguente: la scrittrice si trovava a una festa a casa di un ricco pubblicitario, e mentre stavano parlando lui si rivolse a lei dicendo che sapeva che lei aveva scritto un paio di libri. Lei rispose che in verità ne ha aveva scritti sei, all’epoca del 2003. Lui allora le chiese di cosa parlavano i suoi libri e lei gli citò uno di essi: River of Shadows, che parla della vita del fotografo Edward Muybridge, che era uscito da poco all’epoca. Il pubblicitario allora le chiese se conosceva un importante libro proprio su questo argomento uscito da poco, non sapendo che tale libro fosse proprio quello scritto da lei.

Un esempio d’uso della parola in una frase è:

Hai mai subito un mansplaining? Quella mia collega sì e non è stato piacevole“.

TAG:
cosa significa

ultimo aggiornamento: 01-02-2020


Personaggi famosi più seguiti su Instagram nel 2019: Ronaldo guida la classifica

Pechino Express torna in Asia: le tappe dell’ottava edizione