IGP: Il significato della sigla che indica dei prodotti alimentari particolari

Cosa significa IGP?

Si sente spesso di alcuni prodotti culinari con la sigla finale IGP; ma che cosa significa questo acronimo e quali differenze ci sono con altre sigle?

La sigla IGP è spesso accostata ad alcuni prodotti gastronomici e culinari; ma che cosa significa? E soprattutto quali sono le differenze con altre sigle legate al mondo della cucina? Questa sigla, un acronimo, è usata subito dopo al nome di alcuni prodotti per dare un’informazione particolare: cioè che ha un marchio “Indicazione Geografica Protetta“. Scopriamo di più!

  • Origine: dall’italiano;
  • Quando viene usato: davanti al nome di prodotti culinari particolari
  • Lingua: italiano (acronimo);
  • Diffusione: Italia.

Il marchio IGP: l’origine e il significato

Il marchio Indicazione Geografica Protetta è posto su alcuni prodotti, in particolare vini, prodotti agricoli e alimenti per indicare la loro provenienza locale. Per ottenere la certificazione IGP una delle fasi di produzione dello stesso deve essere svolta nel territorio tipico di appartenenza.

Aglio IGP
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/aglio-aglio-bianco-vegetale-cibo-3208426/

L’origine del marchio sui prodotti IGP è del Regolamento CEE 510/2006 che regola appunto la protezione sull’origine geografica dei prodotti alimentari. Sempre in quest’insieme di regole c’è anche il marchio DOP, che è simile ma allo stesso tempo diverso di altri marchi, IGP e altri.

Differenze tra diversi marchi: IGP e DOP

Qual è la differenza tra marchio DOP e IGP? La principale è legata ai significati dei due diversi acronimi. Infatti il primo di questi indica Denominazione di Origine Controllata, e cioè l’ambiente geografico dà risalto a tutte le caratteristiche e le qualità di quel prodotto. Infatti tutta la produzione dello stesso e tutte le altre fasi si svolgono nel territorio di appartenenza.

Invece IGP viene dato per dare risalto a una caratteristica in particolare di quel prodotto, o una fase di produzione. Infatti per avere il marchio basta che una delle caratteristiche sia stata sviluppata nell’ambiente di origine.

Fonte foto interna: https://pixabay.com/it/photos/aglio-aglio-bianco-vegetale-cibo-3208426/

ultimo aggiornamento: 01-01-2020

X