Cosa significa giubileo?

Che cos’è il giubileo e cosa significa questo termine, utilizzato dalla Chiesa cattolica? Scopriamo qualcosa in più sull’argomento!

Quando si parla di giubileo, si pensa all’evento religioso che succede una volta ogni 25 anni nella Chiesa cattolica. Ma che cos’è il giubileo e soprattutto cosa significa questo termine? Proviamo a fare chiarezza.

Il Giubileo universale della Chiesa Cattolica è un anno particolare – non proprio un evento, anche se si apre e culmina con una celebrazione imponente in Città del Vaticano alla presenza del Papa – in cui si celebra la remissione dei peccati, la riconciliazione, la conversione e la penitenza sacramentale. È in definitiva “l’anno di grazia del Signore“, come si legge anche nel Nuovo Testamento.

  • Origine: dall’ebraico
  • Quando viene usato: in certi anni specifici, quando viene indetto dalla Chiesa.
  • Lingua: italiana
  • Diffusione: globale

L’origine della parola giubileo e la storia

Il termine giubileo deriva dall’ebraico Jobel, che significa montone, simbolo delle celebrazione sacre della cultura ebraica in cui vengono usate le corna di montone. Il Giubileo come lo conosciamo noi è preso appunto dal Giubileo ebraico.

Giubileo
Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/basilica-di-san-pietro-vaticano-roma-1030710/

Il primo anno in cui fu celebrato il Giubileo della Chiesa cattolico fu nel 1300, quando fu istituito l’Anno Santo.

Il Giubileo dura pressapoco un anno (dal 25 dicembre al 6 gennaio successivo) e l’evento che tutti associano è l’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro in Vaticano da parte del Papa in carica, che dà il via alle celebrazioni.

Giubileo: ogni quanti anni viene indetto?

L’Anno Santo è, per tradizione, indetto ogni 25 anni, partendo dal primo anno di ciascun nuovo secolo. Ad esempio nel 1900 c’è stato, così come nel 1925 e così via. Questo numero di anni tra un Giubileo e l’altro è in vigore dal 1450, perché prima era ogni 50 anni.

Può succedere anche che il Giubileo possa essere straordinario, e cioè indetto dal pontefice in relazione ad alcuni eventi storici successi proprio in quell’anno (o anche per ricorrenze specifiche). Ad esempio nel 1966, con la fine del Concilio Vaticano II, fu indetto un Giubileo straordinario da Papa Paolo VI; allo stesso modo nel 2015/2016 anche Papa Francesco indisse l’Anno Santo per la ricorrenza dei 50 anni del Concilio sopra citato.

Il prossimo Giubileo ordinario sarà nel 2025.

Esempi d’uso

La parola giubileo viene utilizzato con il suo significato religioso.

  • Evviva il Giubileo!

Diverso è quando si usa il termine “giubilo“, che significa un sentimento di gioia intima e intensa, causato da qualche piacevole avvenimento.

Fonte immagine: https://pixabay.com/it/photos/basilica-di-san-pietro-vaticano-roma-1030710/

ultimo aggiornamento: 10-08-2019

X