Sentiamo tutti parlare di Erasmus o progetto Erasmus, ma che cosa significa? Scopriamolo assieme!

L’Erasmus o progetto Erasmus, è un programma interamente dedicato agli studenti universitari di tutta l’Unione Europea. Il suo nome completo è “European Region Action Scheme for the Mobility of University Students” ovvero ” Programma di azione della Regione europea per la mobilità degli studenti universitari”.

Erasmus dà la possibilità a milioni di ragazzi di frequentare un’università in un Paese straniero per un periodo di all’incirca sei mesi o un anno riconosciuto dalla propria università. Ad oggi questo progetto si è allargato anche per gli studenti delle superiori.

  • Origini: Il nome Erasmus è nato nel 1987 da Erasmo da Rotterdam, che passò alcuni anni della sua vita all’estero per imparare nuove culture.
  • Dove viene usato: è utilizzato in ambito scolastico e universitario.
  • Lingua: Acronimo dalla lingua inglese.
  • Diffusione: in tutto il mondo.

Storia della parola Erasmus

L’idea nasce nel 1869 grazie a Sofia Corradi, una consulente scientifica della Conferenza permanente dei rettori di tutte le università italiane. Grazie alla sua posizione lavorativa Sofia è riuscita a condividere la sua idea in ambito istituzionale e accademico.

Questo fu possibile anche con l’aiuto di Franck Biancheri (fondatore dell’iniziativa chiamata EGEE ad oggi AEGEE), che tra il 1986 e 1987 riuscì a convincere il presidente francese François Mitterrand di patrocinare Erasmus. Grazie a Franck Biancheri il programma è stato approvato nel 1987.

Ragazzi erasmus
Ragazzi erasmus

Dopo il 2006 l’attività di coordinamento Erasmus in Italia spetta a LLP (Lifelong Learning Program).

Dal 2014, al programma hanno cambiato nome in Erasmus plus per la formazione, l’istruzione e lo sport per i ragazzi.

È solo un programma di studio all’estero?

Non si tratta solo di studio, ma bensì di una possibilità di conoscere la cultura, la storia e nuove persone. Questa opportunità offre una crescita personale e allarga i propri orizzonti sotto tutti gli aspetti.

È anche un modo facile e divertente per apprendere le lingue, stando in contatto con le persone del luogo, sempre disposte ad accogliere i ragazzi.

Curiosità dalla sua nascita a oggi

Quando hanno approvato questo programma, nel primo anno parteciparono solo 220 studenti… Un incredibile differenza da oggi che solo dall’Italia sono partiti oltre 30mila studenti e ne sono stati accolti circa 20mila.

Dal 2016 si contano circa 3 milioni di studenti alla partecipazione di questo progetto.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 17-08-2019


Cosa significa geek?

Cosa significa wags?