Cosa succede se si entra in contatto con un positivo al Covid: le regole e la quarantena per vaccinati e non vaccinati.

Periodo di feste e di aumento dei contagi: il rischio di entrare in contatto con una persona positiva al Covid aumenta a dismisura. Ma quali sono le regole da seguire in questo caso? E c’è una variazione tra vaccinati e non vaccinati? La risposta non è così semplice come potrebbe sembrare a prima vista. Esistono infatti diversi casi di contatto con un positivo, e diverse procedure da seguire. Proviamo a fare chiarezza partendo dal concetto di contatto stretto e contatto a basso rischio.

Cos’è un contatto stretto e in cosa differisce da un contatto a basso rischio

Il concetto alla base è lo stesso: un contatto Covid è una persona che sia entrata in contatto con un caso di individuo positivo al Covid da 48 ore prima dell’insorgenza dei sintomi fino a 14 giorni dopo. Partendo da questa base, si dividono i contatti stretti dai contatti a basso rischio.

Sesso ai tempi del Coronavirus
Sesso ai tempi del Coronavirus

Rientrano nella prima categoria i conviventi del positivo Covid, le persone che hanno avuto un contatto fisico diretto con lui (anche una semplice stretta di mano), chi ha avuto un contatto diretto e non protetto con le sue secrezioni (ad esempio un fazzoletto usato), chi ha avuto un contatto diretto a una distanza minore di due metri per almeno 15 minuti, o anche chi si ritrova con un positivo in un ambiente chiuso e senza mascherine. Ma rientrano in questa casistica anche gli operatori sanitari che forniscono assistenza a un caso Covid o il personale del laboratorio che manipola i compioni senza dispositivi di protezione. Infine, chi viaggia su mezzi di trasporto pubblici a due posti di distanza da chi poi risulta positivo. Ad ogni modo, la valutazione sul tipo di rischio spetta agli operatori sanitari.

Tampone coronavirus
Tampone coronavirus

Sono invece ritenuti a basso rischio i contatti che hanno avuto un contatto diretto con una persona positiva al Covid ma con tempistiche o modalità inferiori a quelle sopra enunciate. Quindi chi è rimasto a contatto con un positivo per meno di 15 minuti, chi pur lavorando in ospedale ha mantenuto i dispositivi di protezione, chi era imbarcato con un positivo ma a distanza. Ovviamente, tra i vari tipi di contatto esistono differenze anche per quanto riguarda la quarantena.

Contatto con un positivo: quarantena o isolamento?

Ci sono delle differenze tra quarantena, isolamento e sorveglianza attiva. La prima prevede che una persona sana, riconosciuta come contatto stretto, si sottoponga a restrizioni che di fatto impongano di uscire dalla propria abitazione, per monitorare l’evoluzione dei sintomi. L’isolamento prevede invece che un contagiato venga tenuto il più possibile lontano da altre persone per evitare di diffondere il contagio. Infine, la sorveglianza attiva prevede che il contagiato sia sottoposto alla misura in contatto quotidiano con un operatore della sanità pubblica.

Lockdown Covid
Lockdown Covid

Per quanto riguarda i contatti Covid, dunque, il rischio maggiore è quello della quarantena. E in questo caso subentra una variazione tra vaccinati e non vaccinati. Un contatto stretto che sia regolarmente vaccinato da almeno 14 giorni deve osservare un periodo di quarantena di sette giorni dall’ultimo contatto con il contagiato, e quindi sottoporsi a un tampone per poter eventualmente uscire dalla propria abitazione, in caso ovviamente di esito negativo.

Un contatto stretto non vaccinato deve invece rimanere in quarantena per almeno 10 giorni e poi eseguire un test. In caso di esito negativo, potrà tornare alla vita di tutti i giorni, altrimenti dovrà rimanere in quarantena per minimo ulteriori 4 giorni. Trascorsi i 14 giorni dall’ultimo contatto può tornare alla vita di tutti i giorni.

Diverso ancora il caso per i contatti a basso rischio. Sia in caso di individui vaccinati che non vaccinati, adulti o bambini, non c’è bisogno in questo di osservare alcuna quarantena.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-12-2021


Con o senza Green Pass? Ecco tutte le regole in zona arancione

“Sì sì vax”: la canzone del trio di virologi Pregliasco-Bassetti -Crisanti diventa virale