Scegliere il materasso è importante: ecco come fare per acquistare quello più adatto alle nostre esigenze, dalle dimensioni al materiale.

Dormire è importantissimo. Dormire bene ancor di più, e per farlo è necessario avere un materasso di qualità, adatto alle proprie esigenze. Come scegliere il materasso? Tantissimi se lo chiedono al momento di affrontare l’acquisto. E non sbagliano, perché la scelta non dovrebbe essere fatta badando solo al prezzo e all’istinto. Ecco quali sono le informazioni utili per capire se un materasso può essere il più adatto a noi.

Quale materasso scegliere: consigli utili

Tra le migliaia di materassi in commercio, molto differenti tra loro, scegliere è davvero complesso. Bisogna tenere conto di molti parametri, che variano da persona a persona: dal peso all’altezza, dalla posizione alle abitudini inerenti al sonno. Proviamo a fare chiarezza e a capire quali sono gli aspetti da tenere davvero in considerazione. Partendo da quello che più salta agli occhi: il prezzo.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Materasso
Materasso

Quanto costa un buon materasso? La risposta è scontata: dipende. C’è però una soglia sotto cui è consigliabile non scendere per un matrimoniale: 450 euro. Sul prezzo incidono diversi fattori. In un materasso memory, ad esempio, l’altezza e la qualità. L’ideale sarebbe 4-5 cm di memory. Sopra si rischierebbe di avere un materasso troppo morbido.

Detto questo, per sapere come scegliere il materasso giusto bisogna prendere in considerazione determinati fattori e caratteristiche. In primis, la tipologia. Abbiamo accennato al memory, o meglio memory foam, una delle tipologie più richieste. Si tratta dei materassi capaci di adattarsi e memorizzare la forma, una tipologia indicata per chi non si muove molto e soffre il freddo. Ma esistono anche altri materassi. Ad esempio quello in lattice, che dona ottimo sostegno, flessibilità e adattabilità, e si adattano a chi ha il sonno movimentato o soffre alla polvere. C’è poi il materasso a molle, i più ‘antichi’, ma anche i più versatili, adatti a ogni tipo di peso e necessità. Senza considerare i tantissimi ibridi. Insomma, prima di scegliere la tipologia, studia bene il tuo sonno. Avrai così le idee più chiare.

Consiglio materasso: dimensioni e rigidità

Una volta scelta la tipologia, bisogna guardare alle dimensioni. In generale esistono delle misure standard, ma per chi ha necessità particolari possono essere fatti anche dei materassi su misura (con un prezzo più alto). La lunghezza di un materasso solitamente va dai 190 ai 200 cm, mentre la larghezza può variare a seconda del tipo di materasso: il singolo va dagli 80 ai 100 cm; quello a una piazza e mezza da 100 a 120 cm; quello alla francese si ferma a 140 cm; quello matrimoniale arriva a 160-170 cm. Senza considerare i California King o Queen, ancora più larghi.

Infine, sarà importante guardare alla rigidità. Ovviamente un materasso non deve essere duro, ma nemmeno estremamente morbido. La rigidità viene valutata seguendo questa scala:

– H1, materasso morbido adatto se hai una corporatura esile;
– H2, rigidità media, per chi va dai 60 agli 80 kg;
– H3, materasso rigido, per chi ha un peso importante.

Questo nei materassi standard, ma in commercio esistono anche materassi con fasce differenziate per le diverse parti del corpo, in grado di fornire un’equilibrio perfetto anche alle coppie di persone dal peso molto differente. Insomma, anche in questo caso la scelta varierà a seconda di chi ci dovrà poi effettivamente dormire. Prendendo in considerazione tutti questi parametri dovresti però riuscire a fare la scelta giusta, e non ti resterà che goderti il tuo meritato riposo, prendendoti cura del tuo acquisto con una pulizia costante.


Come fare un video su TikTok: funzioni, effetti e pubblicazione

Sarà inaugurata a Londra la prima piscina sospesa al mondo