Come fare la spaccata? Anche se non siete molto allenati, c’è una tecnica destinata a chi parte da zero. Vediamo come si fa e i benefici.

La spaccata, anche se qualcuno crede sia un esercizio inutile, apporta diversi benefici all’intero organismo. Dall’aumento della flessibilità ad una circolazione migliore: includerla nell’allenamento è molto importante. Vediamo come fare la spaccata, sia per coloro che partono da zero che per le persone più esperte.

Come fare la spaccata: consigli per chi parte da zero

Partendo da zero, come riuscire a fare la spaccata? Ovviamente, prima di arrivare a farla in modo perfetto, è necessario un bel po’ di allenamento. Molto dipende anche dall’elasticità della persona, ma si possono eseguire degli esercizi che abituano il corpo a questo movimento. Innanzitutto, sedetevi sul pavimento e allargate le gambe in modo da formare una grande V. Se volete un aiuto in più, avvicinatevi ad una parete e fissate i piedi contro il muro. In questo modo, avrete una specie di sostegno e potrete provare ad allungarvi sempre di più.

A questo punto, facendo attenzione a tenere la schiena ben dritta, inclinatevi verso destra e cercate di toccare con le mani le dita del piede destro. Ripetete questo movimento per un po’, oscillando in modo lento. Infine, stendete le braccia in avanti, cercando di allungarvi il più possibile, come se steste eseguendo un esercizio di stretching.

Ricordate che la spaccata, anche se qualcuno lo identifica come un esercizio parzialmente inutile, apporta diversi benefici: aumenta la flessibilità, migliora la circolazione, previene i dolori alla schiena e quelli allo stomaco, intensifica il tono muscolare delle gambe, fortifica le caviglie e migliora l’equilibrio.

Ecco un video che indica come fare la spaccata:

Esercizi per fare la spaccata

Oltre all’esercizio base spiegato precedentemente, un allenamento spaccata può prevedere tanti altri movimenti, dedicati soprattutto a persone che hanno già un minimo di esperienza. Ad esempio, in posizione da affondo, appoggiate le mani a terra su entrambi i lati della gamba anteriore. Fate scivolare in modo estremamente lento la gamba anteriore e iniziate la spaccata. A questo punto, abbassate il corpo a terra. Unica raccomandazione: se avvertite tensione o dolore, non sforzate troppo perché rischiate uno stiramento.

Molto importante è anche lo stretching gambe spaccata. Tenete una gamba tesa e l’altra piegata. Piegate una gamba facendo aderire la pianta del piede alla coscia opposta e inclinate il busto in avanti, allungando le braccia in avanti. Infine, afferrate le dita del piede e tenete la posizione per 30 secondi. L’esercizio va ripetuto anche con l’altra gamba.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-08-2022


Cosa significa ratio?

Passaporto biometrico: cos’è e cosa lo distingue dal vecchio passaporto