Come diventare wedding planner? Vediamo i requisiti necessari per riuscire ad avere una carriera più che soddisfacente in questo ambito.

Per diventare wedding planner è necessaria una grande inventiva, ma anche una passione smodata per i matrimoni. Vediamo quali sono i requisiti per iniziare una carriera in questo ambito, se esistono corsi specifici e se è richiesto un particolare titolo di studio.

Come diventare wedding planner?

Fino a qualche tempo fa, la figura del wedding planner era pressoché inesistente. Ad oggi, invece, quasi tutti i matrimoni vengono organizzati fin nei minimi dettagli da figure specializzate. Queste, contattate dai futuri sposi, hanno il compito di dare vita al giorno più bello in tutto e per tutto, escluso il fatidico ““. Innanzitutto, è bene sottolineare che diventare wedding planner senza corsi è possibile, ma non è la scelta giusta. In tutte le professioni è necessaria una buona formazione. Ergo: non basta essere fan di Enzo Miccio per dare vita a matrimoni e, ovviamente, avere successo. Un organizzatore di eventi questo tipo, oltre a scegliere ogni particolare in base alle esigenze degli sposi, ha sulle sue spalle la responsabilità di un giorno molto importante.

Pertanto, se questo è il sogno lavorativo, è necessario frequentare corsi per diventare wedding planner. Ce ne sono tantissimi, alcuni online e altri in presenza. Ricordate che, in base alla Legge 4/2013, anche questa categoria ha l’opportunità di richiedere la Certificazione professionale. Inoltre, a meno che non veniate assunti da uno studio, è richiesta la partita Iva.

Generalmente, un corso su come diventare wedding planner che si rispetti, vede volti importanti del settore matrimoni. Di conseguenza, prima di iscrivervi ad un percorso di questo tipo, informatevi bene sugli insegnanti che terranno le lezioni.

Come diventare organizzatrice di matrimoni: tra prospettive e realtà

Dopo aver chiarito come di diventa wedding planner, è bene ribadire che, anche se l’università non è prevista, in alcuni casi è raccomandata. Se, ad esempio, vorreste ampliare la carriera e dedicarvi agli eventi in generale, piuttosto che ai soli matrimoni, è consigliato frequentare un corso di laurea triennale di Media Management e Organizzazione di Eventi. Se, poi, il percorso vi entusiasma, è possibile accedere anche alla specialistica.

Per quel che riguarda i guadagni di una wedding planner, in questo settore ci sono molte variabili da considerare. In primis il nome: viene da sé che una consulenza di Enzo Miccio non ha lo stesso prezzo di un Pinco Pallo qualsiasi. Altro fattore da prendere in considerazione è la città dove si opera: in una grande realtà, com’è normale che sia, bisogna fare i conti con i competitor.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-12-2021


Cosa significa accollo?

Come vedere se un’auto è assicurata: tutte le modalità di controllo