Claudio Coccoluto, dj italiano di fama internazionale, si è spento a 59 anni nella sua casa di Cassino per una grave malattia.

A 59 anni compiuti e dopo aver combattuto per circa un anno contro una grave malattia si è spento nella sua casa di Cassino, Claudio Coccoluto uno dei dj italiani più apprezzati a livello internazionale considerato anche il “Maestro della musica house”. Un’intera vita la sua passata dietro la consolle e coronata da grandi successi, oggi il mondo della musica e non solo è in lutto per la sua prematura scomparsa.

Claudio Coccoluto è morto

Da circa un anno sembra che il noto dj italiano fosse affetto da una grave malattia e molto probabilmente è stato proprio un cancro a spegnerlo.

Claudio Coccoluto
Fonte foto: https://www.instagram.com/coccodj/

Claudio Coccoluto dopo aver lottato a lungo non ce l’ha fatta e all’alba del 2 marzo del 2021 alle ore 04.30 si è spento nella sua casa di Cassino, in Italia accanto alla moglie Paola e ai loro due figli: Gianmaria e Gaia.

A dare la notizia è stato proprio il figlio Gianmaria direttamente dal suo account Facebook e dove ha così comunicato: “Il nostro amatissimo papà questa notte ci ha lasciati”.

Chi era Claudio Coccoluto

Claudio Coccoluto soprannominato nell’ambiente anche “Cocco” era nato in provincia di Latina, a Gaeta il 17 agosto del 1962 sotto il segno zodiacale del Leone. Al Corriere della Sera aveva dichiarato di essersi appassionato al giradischi proprio nel negozio di elettrodomestici di suo padre. La sua carriera artistica è iniziata alla fine degli anni settanta lavorando per Radio Andromeda, la prima emittente privata a Gaeta e da lì il resto è storia. Coccoluto è stato uno dei dj e produttori musicali più apprezzati in Italia e all’estero negli anni’90 e si è esibito in numerosi ed importanti eventi internazionali.


Grave lutto a poche ore dall’inizio di Sanremo: è morto il padre di Ignazio Boschetto

Roberta Morise “ruba” il fidanzato a Raffaella Fico