C’è anche un quartiere di Milano nella classifica dei 40 quartieri più belli del mondo pubblicata, come ogni anno, dal magazine Time Out.

Anche quest’anno il magazine di viaggi britannico, Time Out, ha pubblicato la classifica dei 40 quartieri più belli del mondo. Atmosfera del posto, cibo, vita notturna e cultura locale sono gli indicatori usati per stilare tale classifica. Quest’anno, però, a causa del Covid-19 ne è stato aggiunto un altro, ovvero lo spirito di comunità del quartiere. In questa speciale classifica è presente anche un quartiere italiano. Entriamo quindi nei dettagli e scopriamo assieme quali sono i quartieri più cool.

Il podio dei quartieri più trendy del mondo

La classifica, ottenuta facendo riferimento alle opinioni di 38 mila residenti nelle città di tutto il mondo, vede premiare il quartiere di Esquerra de L’Eixample, a Barcellona, che si aggiudica il primo posto. “La vita della città si è spostata dal centro ai quartieri, e l’Esquerra de L’Eixample ne è un esempio perfetto: la sua comunità si sente più vicina che mai, dopo avere riscoperto i cortili della zona e avere utilizzato la forza del divertimento per mantenere vivo lo spirito durante il lockdown“, ha affermato Maria José Gómez, direttore di Time Out Barcelona.

Al secondo posto troviamo il quartiere di Downtown, Los Angeles, diventato un vero e proprio punto di riferimento e di aggregazione per gli abitanti che nel corso di questi mesi hanno dovuto fari i conti con varie vicende drammatiche, come ad esempio le manifestazioni che hanno fatto seguito all’uccisione di George Floyd. Il terzo posto è per il quartiere di Sham Shui Po, a Hong Kong. Si tratta di un antico quartiere in cui recentemente sono state fondate varie organizzazioni per aiutare gli abitanti durante il lockdown. Ma non solo, è stato anche aperto un ostello per offrire alloggio ai senzatetto.

Porta Venezia di Milano, il quartiere più “inclusivo” d’Italia

Al 35esimo posto di questa speciale classifica troviamo anche un quartiere italiano, ovvero Porta Venezia a Milano. Milano è stata la prima e la più colpita tra le città europee dal coronavirus, eppure, come scrivono i redattori di Time Out “l’unico cambiamento duraturo che vedrai per le strade di Porta Venezia sono i tavoli all’aperto“.

Per poi aggiungere: “In una capitale regionale che prospera con gli aperitivi al tramonto, questo ha reso il quartiere LGBTQ + della città – con il suo enorme arcobaleno che ti dà il benvenuto quando esci dalla metropolitana – altrettanto rumoroso e vivace come al solito negli ultimi mesi“. Molte le peculiarità evidenziate dagli autori di questa classifica, che affermano: “La dolce vita? Non è mai andata via in questo posto amante del divertimento della seconda città d’Italia“.

La classifica completa

1. Esquerra De L’Eixample, Barcellona

2. Downtown, Los Angeles

3. Sham Shui Po, Hong Kong

Bedford-Stuyvesant, New York

Yarraville, Melbourne

Wedding, Berlino

Shaanxi Bei Lu/Kangding Lu, Shanghai

Dennistoun, Glasgow

Haut-Marais, Parigi

Marrickville, Sydney

Verdun, Montreal

Kalamaja, Tallinn

Hannam-dong, Seoul

Bonfim, Porto

Ghosttown, Oakland

Chula-Samyan, Bangkok

Alvalade, Lisbona

Noord, Amsterdam

Centro, San Paolo

Holešovice, Praga

Lavapiés, Madrid

Opebi, Lagos

Narvarte, Città del Messico

Uptown, Chicago

Little Five Points, Atlanta

Wynwood, Miami

Phibsboro, Dublino

Nørrebro, Copenhagen

Bugis, Singapore

Gongguan, Taipei

Soho, Londra

Binh Tanh, Ho Chi Minh

Melville, Johannesburg

Kabutocho, Tokyo

Porta Venezia, Milano

Taman Paramount, Kuala Lumpur

Allston, Boston

Bandra West, Mumbai

Arnavutköy, Istanbul

Banjar Nagi, Ubud.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
milano

ultimo aggiornamento: 17-10-2020


Dove abita Carlo Cracco: scopri la sua meravigliosa casa con vista su Milano

Dilemma mascherine: perché le persone le indossano male