Chi dice che musei e movida siano inconciliabili?

Cinque cose da fare a Madrid possono comprendere senza problemi sia lunghe e avvincenti esplorazioni dei grandiosi musei cittadini sia rocamboleschi percorsi nell’interminabile movida madrilena.

Il Museo del Prado e il Museo Reina Sofia

Perdersi al Museo del Prado e rischiare la sindrome di Stendhal: voluto e ideato da Carlo III di Borbone, il Museo del Prado è una delle più celebri pinacoteche del mondo. Agli inizi del diciannovesimo secolo, mentre l’edificio veniva completato, la Spagna era teatro della sanguinosa guerra di Indipendenza. La guerra avrebbe lasciato pesanti tracce anche nella struttura del museo che, utilizzato come caserma, rischiò la totale distruzione.
Oggi vi sono conservate opere dei maggiori artisti italiani, spagnoli e fiamminghi. I rischi peggiori si corrono davanti a “Las Meninas” di Velasquez e alle moltissime opere di Goya tra cui: La Maya Vestida e quella Desnuda, il “3 maggio 1808” e Saturno che si ciba dei suoi figli. In ogni caso non c’è da preoccuparsi: il museo è attrezzato con un ambulatorio nel quale potrete farvi ricoverare per trascorrere al Prado il resto della vostra vacanza madrilena!
Dire “Guernica l’ho vista anch’io” al Museo Reina Sofia. Questo Museo raccoglie opere d’arte contemporanea dagli inizi del ‘900. Sgomitando tra le torme di turisti si potrà arrivare a vedere la Guernica rivivere in essa l’orrore di tutte le guerre del mondo. Anche il grande Salvador Dalì è esposto al Reina Sofia. Siate pronti a rimanere interdetti davanti alle sue opere e a quelle di Joan Mirò, assieme a Dalì padre fondatore del Surrealismo.

Cinque cose da fare a Madrid: indigestione!

Una cosa è certa: per le strade di Madrid non si muore di fame. Come in tutti i paesi latini, nella capitale spagnola si mangia e si beve principalmente per strada. Come si può quindi non mangiare i piatti principali della tradizione culinaria spagnola? Innanzitutto, per chi non teme i trigliceridi si deve provare l’huevos fritos con jamon y pimentos, che in poche parole è un piatto unico formato da uova, peperoni verdi e prosciutto accompagnato da patate. Tutto fritto. Tutto, quasi anche il piatto.  Dividersi un morcillo estofado è sicuramente un’altra cosa da fare. Le porzioni di questo spezzatino con bacche di ginepro sono di solito molto abbondanti e forse è il caso di mangiarne una in due.
Inzuppare i churros nella cioccolata è uno dei rituali da compiere durante ogni vacanza a Madrid. I churros sono delle frittelle allungate e dolci che le migliori pasticcerie di Madrid accompagnano con una tazza fumante di cioccolato caldo da bere in qualsiasi stagione dell’anno.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 27-05-2016


Cinque cose da fare a Bucarest

Visitare Gradella