Chiara Ferragni e Fedez: il matrimonio sarà in diretta su…

Chiara Ferragni e Fedez convoleranno a nozze l’anno prossimo e c’è una iniziativa molto interessante che la fashion blogger ha annunciato…

chiudi

Caricamento Player...

Si sa: Chiara Ferragni e il suo amato rapper Fedez sono la coppia più social del momento. Entrambi sono seguitissimi, soprattutto su Instagram, dove hanno collezionato diversi milioni di followers. Followers che saranno contenti di sapere che i loro beniamini si sposeranno… in diretta!

Non si tratta di un gossip infondato, bensì di una dichiarazione arrivata dalla Ferragni tramite un’intervista alla rivista Glamour.

Fedez e Chiara Ferragni
Fonte foto: Instagram.com/fedez/

Un matrimonio social

Chiara ha tutte le intenzioni di invitare al suo atteso matrimonio tutti i suoi fan. Difatti, lei stessa ha dichiarato che il matrimonionio sarà “condiviso minuto per minuto con i nostri followers”. Questo significa che 10,5 milioni di persone potranno, in qualunque momento, collegarsi al profilo Instagram della fashion blogger e far finta di essere presenti nella location dove le nozze saranno celebrate. Potremo quindi vedere minuto per minuto i momenti topici della cerimonia, ammirare l’abito da sposa della Ferragni (che sarà favoloso) e sbirciare anche su chi sono gli invitati. Insomma, altro che matrimonio fra reali: le nozze tra le due celebrity, che avverranno tra giugno e settembre 2018, registreranno numeri da record. Le nozze, per la cronaca, si svolgeranno in quel di Cremona, la città dove Chiara ha trascorso la sua infanzia.

Potere alle donne

Nel corso dell’intervista a Glamour, la fashion blogger numero uno al mondo ha raccontato come lei sia cresciuta con l’idea di essere una donna indipendente, che non ha bisogno di un “foraggiatore”:

“Le donne sono il centro del mio mondo. Sono la maggioranza sia nel mio team di lavoro sia in famiglia: mia sorella Valentina, quasi 25 anni, mini influencer in rampa di lancio; Francesca, 28, dentista come il papà; e la mamma che, fin da quando eravamo piccole, si raccomandava: ‘Non vi serve il principe azzurro, siate autonome”.

Possiamo dire che ci è riuscita alla grande!