Scopriamo cosa c’è da sapere sui Matia Bazar, una delle band più famose del panorama italiano: il successo, i lutti e la rinascita.

I Matia Bazar sono senza dubbio uno dei gruppi più interessanti della musica italiana e, nel corso della lunga loro carriera, hanno subito svariati addii, lutti e rinascite. Scopriamo cosa c’è da sapere sulla fondazione della band a Genova, sul loro successo internazionali e sui vari cambi di componenti (tra cui è rimasto a portare avanti il progetto Fabio Perversi).

Matia Bazar: la carriera

I Matia Bazar sono un gruppo musicale che si è formato nel 1975 a Genova e che è stato fondato da Carlo Marrale (chitarra e voce), Piero Cassano (tastiere e voce, sostituito nel 1981 da Mauro Sabbione) e Aldo Stellita (basso e cori) e Antonella Ruggiero (voce) a cui, in un secondo momento, si è aggiunto Giancarlo Golzi (batteria e cori). Il singolo di debutto della band è stato Stasera… che sera!, seguito da Per un’ora d’amore, che ha permesso al gruppo di ottenere un discreto successo.

Dopo alcune partecipazioni a Sanremo e ad altri importanti eventi della musica nazionale, il successo dei Matia Bazar è esploso nel 1983 con Vacanze Romane, brano che è stato premiato dalla critica e che ha permesso alla band di ottenere numerosi premi e riconoscimenti. Nel 1990 la cantante Antonella Ruggiero ha lasciato la band ed è stata sostituita da Laura Valente, con cui la band ha conseguentemente deciso di dare una svolta “rock” alla propria produzione musicale.

Nel 1998 la band i Matia Bazar hanno subito la tragica scomparsa di Aldo Stellitta, membro storico e fondatore del gruppo nonché autore della stragrande maggioranza dei testi delle loro canzoni. A seguito della sua scomparsa anche Laura Valente e il tastierista Sergio Cossu hanno lasciato la band. Nel 2015 è scomparso invece Giancarlo Golzi, inaspettatamente stroncato da un infarto. Nel corso degli anni alcuni ex e nuovi membri della band hanno provato a rilanciare il progetto dei Matia Bazar, portando avanti quello che era il sogno dei suoi fondatori (ossia che il progetto dei Matia Bazar sopravvivesse anche a chi li aveva creati). Nel 2017 un altro dei membri storici del gruppo, ossia Fabio Perversi, ha dato vita a una nuova formazione della band, capitanata da lui stesso.

Nel 1978 e nel 2002 il gruppo ha vinto il Festival di Sanremo. Ha vinto inoltre due Premi della Critica e ha ottenuto riconoscimenti e lodi anche dal pubblico internazionale.

Matia Bazar: le curiosità

– Carlo Marrale ha svelato che il nome Matia Bazar sarebbe stato scelto dai componenti della band in maniera del tutto casuale e che non avrebbe una spiegazione precisa.

– Durante un loro tour in Russia sarebbe stato fornito loro come accompagnatore l’allora funzionario del KGB Vladimir Putin, poi diventato presidente.

– Nonostante nella band si siano susseguiti diversi musicisti non ci sono mai stati rancori o litigaci tra i vari ex componenti.

– Su Instagram Fabio Perversi e gli altri membri della band aggiornano costantemente i fan dei Matia Bazar sui loro nuovi impegni lavorativi.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 13-05-2022


Chi è Sissi, la cantante di Amici 21 e dove l’abbiamo già vista

Chi era Antonio Maglio, il medico che inventò le Paralimpiadi: la sua storia nel film “A muso duro” con Flavio Insinna