Hanno iniziato per gioco, ma in poco tempo sono diventati famosissimi: ecco chi sono i The Jackal, che vantano migliaia di iscritti su Youtube.

I The Jackal sono un gruppo comico molto conosciuto sul web, soprattutto tra i più giovani: da qualche anno, sono letteralmente riusciti a conquistare Youtube e hanno raccolto milioni di visualizzazioni grazie ai loro video ironici e alle loro parodie. In realtà, i ragazzi che si celano dietro questo progetto sono molto più che semplici videomaker per passione: scopriamo qualche curiosità in più sul loro conto.

The Jackal, le origini

Tutto ha avuto inizio in tenera età, quando quattro ragazzini frequentanti la stessa scuola media hanno deciso di dedicarsi a una passione comune: quella di divertirsi davanti a una telecamera. I The Jackal hanno così fatto molta gavetta e sono diventati famosi, ma non dimenticano quel periodo, quando – additati da tutti perché assolutamente negati per il calcio – misero anima e corpo nei loro primi video amatoriali.

Per alcuni anni, i The Jackal hanno continuato a lavorare con passione, senza però vederne i risultati. Ma ben presto hanno trovato la chiave giusta per farsi notare: la serie Lost in Google li ha portati sulla cresta dell’onda, e da quel momento non hanno più perso un colpo. Oggi sono famosissimi per molte miniserie web, come quella dedicata alle vrenzole, che ha conquistato il loro pubblico.

Chi sono i The Jackal

Svelare chi si cela dietro il nome The Jackal non è semplice: in origine, erano quattro ragazzi napoletani accomunati dalla passione per la recitazione. Pian piano il gruppo si è allargato, fino ad accogliere più di 20 membri tra attori, videomaker e operatori che lavorano “dietro le quinte” nella post-produzione.

The Jackal
Fonte foto: https://www.instagram.com/_the_jackal/?hl=it

L’idea dei The Jackal è sicuramente del regista Francesco Capaldo, conosciuto anche come Francesco Ebbasta, che ha iniziato questo progetto assieme a Ciro Capriello (alias Ciro Priello), Simone Ruzzo, Alfredo Felco e Fabio Balsamo. Nel corso degli anni, si sono aggiunti anche Gianluca Colucci (detto Fru), Roberta Riccio (alias Proxy Riccio) e molti altri giovani talentuosi.

Il successo dei The Jackal

Negli ultimi anni, il collettivo napoletano è sbarcato anche su Instagram, dove pubblica foto e video divertenti, oltre a diverse anteprime dei loro lavori. Ma il grande passo è stato quello che li ha portati in televisione e al cinema. I The Jackal hanno girato una miniserie per Sky, e poi si sono dedicati alla loro grande opera, il film Addio fottuti musi verdi prodotto da Cattleya.

Diverse volte, proprio sulla scia del loro successo, i ragazzi sono stati sul piccolo schermo come ospiti in varie trasmissioni televisive. Nel 2019, hanno partecipato alla prima puntata di Stasera tutto è possibile, il comedy show di Rai2.

5 curiosità sui The Jackal

•Il loro nome, che significa letteralmente “gli sciacalli“, deriva dal celebre film che vede come protagonisti Bruce Willis e Richard Gere.

•Uno dei loro capolavori è Gomorra La Serie – Gli effetti sulla gente. Il successo è stato tale che hanno chiamato anche Salvatore Esposito – l’attore che interpreta Gennaro Savastano nella fiction – come ospite speciale per le loro riprese.

•Non sappiamo di preciso quali siano i loro guadagni, ma le parole di Ciro Priello nel corso di un’intervista al Quotidiano del Sud ci rivelano qualche indizio: “Diciamo che stiamo sereni. Oggi siamo un’azienda con più di venti persone a contratto. Di certo, ci siamo lasciati alle spalle lo spauracchio della disoccupazione”.

•Proprio Ciro è stato uno dei primi ad apparire in tv. Sapevate che, nel 2004, ha partecipato ad Amici di Maria De Filippi come ballerino, senza però riuscire a superare le selezioni per andare al serale?

•Hanno anche partecipato a una puntata di Don Matteo 12.

Fonte foto: https://www.instagram.com/_the_jackal/?hl=it

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Ciro Priello Francesco Capaldo The Jackal

ultimo aggiornamento: 16-09-2019


Gianpaolo Gambi, tutto sul “ficcanaso” di Detto Fatto

Angela Frenda: 3 curiosità sulla famosa food editor