È stato uno degli autori fantasy più affermati e amati in Italia, scomparso all’età di 69 dopo aver impresso il suo nome nel mondo della letteratura e dei fumetti: ecco la storia di Valerio Evangelisti.

Valerio Evangelisti è morto a 69 anni, il 18 aprile 2022, e nel corso della sua carriera di scrittore si è imposto come re del fantasy italiano. Partiamo alla scoperta della sua storia, dalla biografia alla vita privata, passando per gli elementi chiave di un percorso che lo ha visto consacrare la sua firma nell’olimpo dei grandi autori del nostro tempo.

Chi era Valerio Evangelisti e dove viveva?

Valerio Evangelisti è nato a Bologna, sotto il segno dei Gemelli, il 20 giugno 1952, viveva nella stessa città ed è scomparso il 18 aprile 2022, all’età di 69 anni. È stato uno scrittore fantasy, saggista e fumettista italiano tra i più noti, autore di importanti saggi storici e romanzi tra fantascienza e horror che lo hanno portato a vincere numerosi premi.

La vita privata di Valerio Evangelisti

Non si conosce molto della vita privata dello scrittore, sempre molto riservato nonostante i successi di una carriera intensa tra scrittura, politica e impegno sociale. La sua morte è stata annunciata su Facebook da “Potere al Popolo”, in cui militava e per cui era stato anche candidato alle elezioni comunali bolognesi come consigliere.

Nel 2009, riferisce il sito web di Fondazione Andi, durante una visita di routine l’intuito di un dentista lo avrebbe portato alla scoperta di una forma di un tumore al sistema linfatico (precisamente un linfoma non Hodgkin di tipo B), malattia di cui ha parlato nel libro Day Hospital.

Altre 4 cose da sapere su Valerio Evangelisti

– È stato fondatore e direttore del sito web Carmilla on line.

– Sul campo della narrativa, nel 1993 ha vinto il Premio Urania con il romanzo Nicolas Eymerich, inquisitore, poi parte dell’omonima collana di fantascienza targata Mondadori.

– Fino al 1990, oltre alla carriera accademica ha svolto il ruolo di funzionario del Ministero delle Finanze.

– I suoi romanzi sono stati tradotti in diverse lingue tra cui francese, spagnolo, tedesco e portoghese.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 19-04-2022


Lo sapevi che si è candidato come sindaco? Tutto sul discografico Claudio Cecchetto

Chi è Arisa: dagli occhialoni di Sincerità ai balli sensuali con Vito Coppola