Scopriamo cosa c’è da sapere su Sveva Accorrà, la giovane alunna di Monza approdata allo show Il Collegio 6.

Sveva Accorrà è una giovanissima schermitrice originaria di Monza che, nel 2021, è approdata a Il Collegio 6. Scopriamo cosa c’è da sapere sulla vita privata della giovane alunna che, a quanto pare, è riuscita a far disperare i suoi genitori!

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Chi è Sveva Accorrà, allieva de Il Collegio

Sveva Accorrà è una delle giovani protagoniste de Il Collegio 6. Originaria di Monza (dove è nata nel 2007) Sveva ha ottimi voti a scuola ma il suo temperamento non è dei più semplici.

Modella e appassionata di scherma (è campionessa regionale), lei stessa ha ammesso che le piace eccellere in qualsiasi disciplina. “La seconda è la prima degli ultimi”, ha dichiarato nel suo video di presentazione a Il Collegio.

Sveva Accorrà: la vita privata dell’allieva

I suoi genitori – nel suo video di presentazione a Il Collegio – l’hanno definita “devastante” ed “estenuante”. La ragazza non ama essere contraddetta e ha un carattere piuttosto prepotente, motivo per cui i suoi genitori sperano che l’esperienza a il Collegio possa servire a rimetterla in riga. Sveva ha un fratello minore di nome Jacopo, a cui è molto legata.

Sarebbe stata la mamma di Sveva (in accordo col papà) a iscrivere la ragazza ai provini per il Collegio: i genitori dell’allieva sperano di rimetterla in riga grazie al famoso programma tv.

Sveva Accorrà: le curiosità sull’alunna

– Non le piace che le vengano messi brutti voti e ha confessato che sarebbe arrivata a fingere di piangere per farsi assegnare un voto più alto dai suoi insegnanti a scuola.

– Ha lavorato per alcune agenzie di moda per bambini.

– Il suo migliore amico è il suo cagnolino bianco, che è sempre con lei.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

Il Collegio

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 26-10-2021


Minnie Minoprio: cosa fa oggi l’icona degli anni ’80?

6 curiosità su Simone Casadei, allievo de Il Collegio: la moto, la bocciatura e i genitori