Roberto Roversi è stato un famoso poeta e per lungo tempo ha collaborato con Lucio Dalla. Partiamo alla scoperta della sua storia, dalle origini alle curiosità…

Il nome di Roberto Roversi è famoso nel panorama letterario italiano, autore di poesie e per anni coinvolto in una fortunata collaborazione con Lucio Dalla. Scopriamo i lineamenti chiave della sua storia, dalla biografia alla vita privata, passando per le declinazioni di un percorso impresso nell’olimpo dei grandi nomi della cultura italiana.

Chi era Roberto Roversi e dove viveva?

Roberto Roversi è stato un noto poeta e, nato a Bologna (dove viveva) il 28 gennaio 1923 sotto il segno dell’Acquario. È scomparso nel 2012, ed è stato anche un famoso libraio antiquario ed editore. Il suo nome spicca nel tessuto letterario nazionale, in quello politico e nel mondo della musica, avendo scritto non solo poesie e romanzi, ma anche alcuni testi di canzoni del celebre Lucio Dalla.

La vita privata di Roberto Roversi

Nella biografia redatta da Salvatore Jemma, riportata sul sito robertoroversi.it, emerge anche un ritratto della vita privata del poeta. Cresciuto a Bologna, era figlio di Antonio Roversi, direttore del servizio di Radiologia dell’Ospedale Mussolini (morto nel 1958), e di Clementina Colombo.

Chi è la moglie di Roberto Roversi?

Roberto Roversi ha avuto un grande amore che lo ha accompagnato anche nella grande avventura di libraio antiquario. Si tratta di Elena Marcone, sua moglie, dalla quale ha avuto un unico figlio, Antonio Roversi, scomparso prematuramente nel 2007 (era professore ordinario di Sociologia della comunicazione all’Università di Bologna).

Altre 5 cose da sapere su Roberto Roversi

– Nel 1955, con Francesco Leonetti e Pier Paolo Pasolini, lo scrittore ha fondato Officina e poi ha dato vita a Rendiconti, riviste di cui è stato anche editore.

– I tratti chiave della sua collaborazione con Lucio Dalla sono ripercorsi nel docu-film trasmesso su Rai 3, giovedì 3 marzo 2022, intitolato Per Lucio, di Pietro Marcello con Stefano Bonaga e Umberto “Tobia” Righi.

– Alcuni versi del poeta sono diventati testi di canzoni di artisti famosi come Mina, Francesco De Gregori e gli Stadio.

– È stato partigiano e ha combattuto nella Resistenza in Piemonte.

– Dal 1948 al 2006 ha svolto l’attività di libraio antiquario gestendo la famosa Libreria Palmaverde a Bologna, diventata un punto di riferimento per la cultura e il panorama intellettuale del capoluogo.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 03-03-2022


Chi è Stefano Bonaga, filosofo e amico di Lucio Dalla

Dalla carriera alla vita privata di Lucio Dalla: tutto quello che non sapevi