Dalla carriera alla vita privata di Lucio Dalla: tutto quello che non sapevi

Lucio Dalla è stato uno dei cantautori italiani più amati da sempre: ripercorriamo insieme la carriera dell’artista, passando per la vita privata e alcune curiosità!

Il suo nome non è mai stato dimenticato, nonostante siano passati molti anni dalla sua scomparsa: Lucio Dalla è tutt’oggi uno degli artisti italiani più amati che con le sue canzoni è riuscito a conquistare in pochissimo tempo la sua patria. Dal brano Caruso al successo clamoroso, dallo stile musicale jazz all’essere una popstar, Lucio Dalla era di una forza disarmante con alle spalle un’infanzia abbastanza difficile… Scopriamo di più su di lui e sulla sua carriera lunga 40 anni!

Chi era Lucio Dalla: la biografia

Lucio Dalla nasce a Bologna il 4 marzo 1943, sotto il segno dei Pesci. Perde il padre all’età di 7 anni a causa di un tumore e per volere della madre inizia a frequentare un collegio situato a Treviso. Oltre ad esibirsi nelle varie recite scolastiche, capendo quindi di essere portato per la recitazione, impara a suonare la fisarmonica grazie allo zio.

Dopo le elementari, inizia un periodo scolastico confusionario: prima inizia il corso di ragioneria, poi cambia puntando al liceo classico, infine passa al liceo linguistico. Si appassiona principalmente di musica Jazz, quindi si reca a Roma ancora prima di terminare gli studi.

Lucio Dalla
Lucio Dalla

Inizia la sua carriera musicale nel 1962 entrando a far parte di un gruppo musicale. Dopo varie esperienze musicali e una crescita professionale, Lucio pubblica il suo primo album ottenendo anno dopo anno sempre più successo. Brani come “Caruso”, “Stella di Mare”, “Attendi al lupo” e “L’anno che verrà” conquistano il cuore del suo pubblico in pochissimo tempo.

Collabora con diversi artisti come Gianni Morandi, Pavarotti, Michel Petrucciani e Ray Charles. Anche i suoi tour nel corso dei 40 anni di carriera non hanno mai deluso alcun tipo di aspettativa.

Lucio Dalla: la causa della sua morte

Dopo un’intensa e meravigliosa carriera, esperienze indimenticabili e canzoni emozionanti, Lucio Dalla viene a mancare il 1° marzo 2012 a causa di un infarto. Era a Montreux, in Svizzera, per un’esibizione. Viene ritrovato nella stanza dell’hotel in cui alloggiava proprio dal suo compagno, Marco Alemanno. Le sue ceneri si trovano presso il Cimitero Mnumentale della Certosa di Bologna.

Lucio Dalla: la vita privata dell’artista

Riguardo la sua vita privata, specialmente quella sentimentale, l’artista è sempre stato molto riservato: non ha mai voluto rendere nota nessuna sua relazione, quindi sembrerebbe non essersi mai sposato. Inoltre, i giornalisti chiedevano spesso al cantante se fosse omosessuale. Lucio ha sempre risposto di non appartenere a nessuna sfera sessuale.

Proprio con la sua morte, viene risolto ogni dubbio perché è il suo compagno a ritrovare il corpo senza vita. Infatti, Marco Alemanno dichiarerà poi di essere stato legato all’artista in modo sentimentale.

Tante anche le voci che hanno spesso associato Ron a Lucio Dalla, e non per quanto riguarda la loro collaborazione artistica. I due, amici e colleghi da una vita, hanno sempre avuto un rapporto speciale, ma le supposizioni sulla loro storia d’amore sono state solo questo… supposizioni, appunto.

Lucio Dalla: 6 curiosità sull’artista

-Quando Lucio era ancora un bambino, la madre decise di portarlo in un istituto psicotecnico per verificare le sue capacità. Secondo quanto ha riportato durante un’intervista l’artista, la madre lo riteneva molto intelligente e, soprattutto, un vero e proprio genio. Proprio per questo motivo, ha lasciato che il figlio si recasse a Roma da solo all’età di 15 anni!

-Non amava studiare, proprio per questo durante l’adolescenza ha avuto più volte il desiderio di voler cambiare indirizzo. Il suo unico pensiero è sempre stata la musica e all’età di 17 anni ha preferito fare musica piuttosto che studiare.

-Possiamo definire Lucio Dalla un artista completo: è stato anche autore e presentatore di molti programmi televisivi, si è dedicato all’arte, alla pittura e al mondo del cinema. Infatti, ha anche recitato in diversi film ed ha curato diverse colonne sonore.

-Lucio era un gran tifoso del Bologna ed era appassionato di motori e pallacanestro.

-Ha ottenuto la Laurea honoris causa in Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo presso l’Università di Bologna.

-Durante l’adolescenza, trascorreva le vacanze estive a Manfredonia, in Puglia.

ultimo aggiornamento: 04-03-2019

X