Chi è Rebecca Spitzmiller, la ricercatrice premiata da Mattarella

Rebecca Spitzmiller, la ricercatrice premiata da Mattarella

Rebecca Spitzmiller è stata premiata da Mattarella per il suo impegno nella promozione del senso civico necessario a preservare il bene comune.

Rebecca Spitzmiller è americana e in Italia è impegnata in importanti attività legate al suo ruolo di ricercatrice. Vi sveliamo la bella storia della sua vita italiana, da quando si è trasferita per amore… Nel 2018 il riconoscimento del presidente della Repubblica per il suo impegno per il bene comune.

Chi è e dove vive Rebecca Spitzmiller?

Rebecca Spitzmiller si è trasferita a Roma, dove vive, ed è nata negli Stati Uniti. Svolge il lavoro di ricercatrice in Diritto comparato all’Università di Roma Tre (dal 2008) ed è professore aggregato del corso International Business Contracts.

Ha introdotto un nuovo insegnamento, (clinica legale), Street Law, nel Dipartimento di Giurisprudenza, ed è iscritta all’Ordine degli avvocati della Florida.

Spitzmiller
Rebecca Spitzmiller

La vita privata di Rebecca Spitzmiller

Non sono emersi molti dettagli sulla vita privata di Rebecca Spitzmiller, e la sola informazione nota è che ha seguito il suo futuro marito in Italia, dove poi si è trasferita e dove lavora da anni.

Proprio da Roma la sua storia è diventata la storia di quanti si impegnano per il bene comune, andando a incidere profondamente e positivamente nella società.

Rebecca Spitzmiller premiata da Mattarella

Nella Capitale è iniziata una delle sue più grandi sfide, dopo aver toccato con mano la condizione di degrado di alcune aree della città di Roma. Rebecca Spitzmiller ha scelto di non voltare le spalle a una situazione che fugge fin troppo spesso a milioni di persone, e si è tuffata in una grandiosa avventura.

Ha reagito scendendo in strada, e fondando l’associazione “Retake Roma“, che si occupa di pulire strade, stazioni, stazioni, parchi e persino muri in tutto il tessuto urbano. Ha coinvolto tanti giovani e per questo suo impegno costante nella tutela e promozione del senso civico è stata premiata da Sergio Mattarella, nominata Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel 2018.

Il suo progetto è arrivato ad assumere natura capillare nel territorio, fino a estendersi a circa 40 città. La ricercatrice alterna il suo impegno come volontaria a quello di insegnante di Diritto comparato e internazionale.

ultimo aggiornamento: 07-02-2020

X