Il volto e il nome di Mimmo Lucano sono noti alla politica e alle cronache italiane. Chi è davvero l’uomo simbolo del modello di accoglienza diffusa germogliato a Riace?

La figura politica di Mimmo Lucano, nella sua veste di sindaco di Riace simbolo di un modello di accoglienza diffusa nel tessuto sociale, ha infiammato il dibattito e le cronache. Qual è l’identità dell’uomo che ha sostenuto l’integrazione profonda e non ghettizzata degli immigrati? Percorriamo i contorni della sua biografia, tra pubblico e privato…

Chi è Mimmo Lucano?

Domenico Lucano è per tutti, a Riace e nell’intera Penisola, Mimmo. Nato a Melito di Porto Salvo nel 1958, è del segno dei Gemelli. Il perimetro della sua età adulta è ancorato al suo ruolo di attivista e uomo politico. Il suo primo mandato da sindaco di Riace (comune dove è cresciuto) è iniziato nel 2004. Carica poi riconfermata con le amministrative del 2009 e del 2014.

Agli albori del suo debutto nell’amministrazione locale, Lucano ha avviato un progetto di accoglienza dei curdi sbarcati sulle coste di Riace. Era il 1998, e 20 anni dopo sarebbe stato arrestato. Tra le ipotesi di reato, il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Mimmo Lucano
Fonte Foto: https://www.facebook.com/smartnationitalia5s/?tn-str=k*F

Mimmo Lucano: vita privata

Nella vita privata di Mimmo Lucano c’è un matrimonio con Daniela Marra, da cui ha avuto due figli e da cui si è separato nel 2016. Non è dato sapere molto altro sul suo lato più intimo, anche perché sono assenti riferimenti social che possano fornire un quadro più esaustivo sotto questo aspetto.

Dopo la fine dell’amore con la prima moglie, ha intrapreso una relazione con una nuova compagna, Lemlem Teshfahun, donna di origini etiopi che l’ha stregato e che ha occupato un posto di rilievo nei suoi sentimenti.

Mimmo Lucano: il ‘modello Riace’

Pur nella querelle scatenata dalla politica di accoglienza che Mimmo Lucano ha deciso di adottare come sindaco, per moltissimi il cosiddetto ‘modello Riace‘ è un esempio di buona integrazione. Un simbolo che è stato considerato da più parti formula di successo nell’approccio al delicato tema dell’immigrazione.

Il suo ‘esperimento’ gli è valso la fama mondiale, sintomo di un’apertura a un sistema di accoglienza lontano da rigurgiti di apartheid. Nonostante l’impianto sia andato avanti per lungo tempo, nel 2018 si sono accesi sinistri riflettori sul caso.

Il 2 ottobre è stato arrestato con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e affidamento fraudolento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. Il fuoco delle indagini ha investito anche la sua compagna, iscritta poi nel registro degli indagati per concorso nel reato di favoreggiamento a lui contestato (come riportato da Internazionale). Migliaia i cittadini della sua comunità scesi in piazza per esprimergli solidarietà.

Mimmo Lucano: curiosità

– Nel 2010, Lucano si è piazzato al terzo posto nella World Mayor, classifica del migliori sindaci del mondo stilata dalla City Mayors Foundation.

– Sempre nello stesso anno ha guadagnato un altro traguardo: Mimmo Lucano è stato inserito nella lista dei leader più influenti stilata da Fortune. A lui il 40° posto.

– Sappiamo che Mimmo Lucano usa Facebook ma non Instagram, e sul suo profilo social è solito condividere continui aggiornamenti sulla sua attività politica.

– Nel curriculum anche un diploma di perito chimico, poi gli studi universitari di Medicina interrotti dopo 4 anni. Mimmo Lucano è stato anche un insegnante di chimica, tra Roma e Bussoleno.

Fonte Foto: https://www.facebook.com/smartnationitalia5s/?tn-str=k*F

Scopro le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
curiosità people politica sindaco

ultimo aggiornamento: 19-10-2018


Giovanni Cuocci, tutto sul corteggiatore di Mara a Uomini e Donne

Salvatore Ferragamo ieri e oggi, la storia del “calzolaio delle stelle”