Ha viaggiato in tutto il mondo per conto della Rai, ma nella capitale russa Marc Innaro è legato da un rapporto inscindibile.

Da Mosca il corrispondente Marc Innaro. Chissà quante volte lo avrete sentito se seguite spesso i telegiornali Rai. Difatti, si tratta della figura di riferimento per la Russia, o meglio il capo dell’intera squadra di lavoro. Un incarico prestigioso sintomatico della reputazione conquistata nel corso dei tanti anni di onorata attività. Passiamo in rassegna la storia dell’affermato giornalista, volto riconosciuto anche dal pubblico di Che tempo che fa di Fabio Fazio.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Marc Innaro: la biografia e la carriera

Nasce a Napoli il 5 agosto 1961, sotto il segno zodiacale del Leone. Si laurea in Lingue Letterature Straniere Moderne nel capoluogo campano, presso l’Istituto Universitario Orientale. Assunto in Rai nel 1990, dall’anno seguente assolve all’incarico di redattore al Giornale Radio, sezione esteri. Quand’è il 1994 inizia l’esperienza a Mosca in qualità di corrispondente per i servizi giornalistici radiofonici e televisivi. Per un biennio, dal 2001 al 2003, svolge i medesimi compiti a Gerusalemme. Poi il trasferimento a Il Cairo, chiamato a occuparsi dell’Egitto e dei Paesi del Maghreb e dell’Africa Nera.

In relazione al nuovo assetto organizzativo aziendale, dal 2004 opera alle strette dipendenze del direttore generale e, successivamente, dell’amministratore delegato, senza però mai lasciare il ruolo di corrispondente estero. Nel 2014 fa ritorno a Mosca con competenza sui Paesi della comunità degli stati indipendenti. Quindi, gli commissionano la responsabilità del suddetto ufficio e, nel 2015, gli riconoscono la qualifica di capo redattore. Assieme a Giuseppe Bonavolontà è autore del volume L’assedio della Natività, tradotto in russo, in arabo e in giapponese.

Marc Innaro: la vita privata

Residente a Mosca, è sentimentalmente legato a Emanuela, anch’essa giornalista partenopea. Sul profilo Facebook concede talvolta degli scatti ritraenti la famiglia e sembra abbia due figli. Come si apprende dal sito Rai per la Trasparenza, nel 2020 ha percepito una retribuzione di 200.811 euro.

3 curiosità su Marc Innaro

– Ha iniziato a lavorare come Export Traffic Manager.

– È diplomato all’Università di Cambridge in Proficiency in English e all’Istituto di Lingua Russa Aleksandr Pushkin a Mosca.

– Nel 2003 ha vinto il Premio Letterario Santa Marinella e il Premio Giornalistico Saint-Vincent, per i servizi televisivi di approfondimento sul conflitto israelo-palestinese.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 21-11-2021

Rino Pellino: chi è il capo-servizio Rai per Berlino

Chi è TvBoy, il Banksy italiano autore del “bacio” tra Salvini e Di Maio (e non solo)