La sua storia è finita sotto i riflettori non solo per lo sport, la pallavolo, che pratica con successo, ma anche per una pagina amara che lei stessa ha denunciato: scopriamo chi è Lara Lugli.

Lara Lugli è una pallavolista, e il suo caso è diventato famoso in tutta Italia dopo la sua denuncia pubblica via social. Vi sveliamo questo e molto altro ancora: ecco tutto quello che c’è da sapere sul suo conto, dalla biografia alla vita privata, passando proprio attraverso la spinosa vicenda che lei stessa ha deciso di svelare.

Chi è Lara Lugli e dove vive?

Classe 1980, Lara Lugli è nata a Carpi (Modena), vive nella stessa città e festeggia il compleanno l’11 marzo, segno zodiacale Pesci. Lei è una schiacciatrice e, nel mondo della pallavolo, vanta un passato in A2 con squadre come Sassuolo e Casalmaggiore.

La sua storia è emersa dopo la sua denuncia social riguardo a un caso che l’avrebbe vista protagonista – con ampi strascichi legali che lei stessa ha raccontato, amareggiata – durante (e dopo) il campionato di B1 2018/2019, quando in forze all’Asd Volley Pordenone.

Lara Lugli
Fonte foto: https://www.facebook.com/lara.lugli

La vita privata di Lara Lugli

Uno scorcio della vita privata della pallavolista è emerso proprio attraverso le amare note del suo racconto sul caso di cui sarebbe stata protagonista.

Sappiamo così che, all’epoca del suo ingaggio nel club del Pordenone, è rimasta incinta, ma ha poi perso il suo bimbo per un aborto spontaneo. Non conosciamo nulla sul compagno di Lara Lugli, che lei ha citato nella sua cronaca triste spiegando l’immensa sofferenza della coppia per la perdita del loro bambino.

Il caso della pallavolista Lara Lugli

Il caso di cui vi abbiamo anticipato nei paragrafi precedenti è stato raccontato dall’atleta sui social, precisamente con un post Facebook datato 7 marzo 2021.

Lara Lugli sarebbe stata citata per danni perché rimasta incinta senza aver comunicato prima l’intenzione della sua maternità al club di cui. faceva parte nel 2018/2019. La giocatrice aveva chiesto che le fosse pagato l’ultimo stipendio prima dell’interruzione del contratto, ma così non è stato. Così Lara Lugli ha parlato della vicenda:

Rimango incinta il 10/03 comunico alla Società il mio stato e si risolve il contratto. Il 08/04 non sono più in stato interessante per un aborto spontaneo. A distanza di due anni, vengo citata dalla stessa Società per danni, in risposta al decreto ingiuntivo dove chiedevo il mio ultimo stipendio di febbraio (per il quale avevo interamente lavorato e prestato la mia attività senza riserve). Le accuse sono che al momento della stipula del contratto avevo ormai 38 anni (povera vecchia signora) e data l’ormai veneranda età dovevo in primis informare la società di un eventuale mio desiderio di gravidanza, che la mia richiesta contrattuale era esorbitante in termini di mercato e che dalla mia dipartita il campionato è andato in scatafascio…“.

Il presidente della squadra, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, sosterrebbe di aver “perso punti e sponsor“. Un caso che ha scatenato la bufera.

Altre 2 cose da sapere su Lara Lugli

– Su Facebook ha condiviso la sua citazione preferita (di Shakespeare): “Il viaggio finisce quando gli innamorati si incontrano“, ha scritto di avere un tatuaggio e… “Sono molto buona, ma divento molto cattiva“.

– Ha studiato alla Ragioneria “Meucci” di Carpi.

Fonte foto: https://www.facebook.com/lara.lugli


Dal sogno di ballare alla passione per i video, ecco chi è Ciro Priello

Dario Ballantini, tutto sul mago del trasformismo