Un raggio di luce eterno nella storia della Casa Bianca. È così che l’impronta di Jackie Kennedy, leggera e inarrivabile, è rimasta nel cuore del mondo.

Si è parlato tanto del suo stile, visionario e portatore di una nuova identità femminile, della sua passione per l’arte e la letteratura, delle sue amicizie potenti (spesso più di quelle del marito John Fitzgerald Kennedy). Sulla First lady più amata nella storia d’America, Jackie Kennedy, ci sono cose che molti non si aspettano. Iniziamo con la biografia

Chi era Jackie Kennedy?

Jacqueline Lee Bouvier, nota come Jacqueline ‘Jackie’ Kennedy Onassis, è nata a Southampton, sotto il segno del Leone, il 28 luglio 1929. Le sue origini affondano le radici nell’intreccio tra Francia, Olanda e Irlanda. Discendente di una famiglia di mercanti approdati a New York (allora New Amsterdam) nel XVIII secolo, è celebre per essere stata la moglie del 35° presidente degli Stati Uniti.

I genitori appartenevano all’alta borghesia d’America, primogenita di John ‘Jack’ Vernou Bouvier III (noto broker) e di Janet Norton Lee (erede di un affermato direttore di banca). La sorella minore è Caroline Lee Bouvier (detta Lee Radziwill), morta nel 2019.

La madre delle sorelle Bouvier si è poi separata dal padre, e ha sposato l’agente di borsa Hugh Dudley Auchincloss Jr., dal quale ha avuto i figli Janet Auchincloss Rutherfurd e James Lee Auchincloss. L’equitazione è sempre stata la grande passione di Jackie, tanto da diventare una vera campionessa.

Jackie Kennedy
Fonte foto: https://www.instagram.com/thejackiekennedyproject/

Il matrimonio con John Fitzgerald Kennedy

Il matrimonio con il futuro presidente degli Stati Uniti è avvenuto il 12 settembre 1953. Poco prima, Jackie aveva chiuso un breve fidanzamento con John Husted Jr. Al momento delle nozze, Kennedy era una delle stelle più brillanti del Partito Democratico (così amato da avere 2mila invitati al banchetto nuziale!)

Jacqueline e John Kennedy hanno avuto 4 figli. La prima è Arabella, nata morta. Seguono Caroline Bouvier Kennedy, John Fitzgerald Kennedy Jr. (detto John-John per l’errore di un cronista che aveva interpretato come doppio nome il richiamo consecutivo del padre al figlio) e Patrick Bouvier Kennedy (morto a soli due giorni dal parto).

Jackie è sempre stata la prediletta del suocero, per via delle affinità del loro carattere. Ha avuto un rapporto straordinario anche con il cognato Robert ‘Bobby’ Kennedy, sua spalla dopo la tragedia di Dallas e morto assassinato come il fratello.

First lady dal 1961 al 1963, nonostante il breve passaggio alla Casa Bianca è, per il mondo intero, la donna simbolo della presidenza americana. Il marito è stato ucciso a Dallas, davanti ai suoi occhi, e quello è il principio della sua leggenda.

Le nozze con Aristotele Onassis

Vedova di JFK, ha sposato l’armatore greco Aristotele Onassis nel 1968. Per unirsi a lui si è convertita alla Chiesa Ortodossa e si è trasferita definitivamente in Grecia, perdendo, di fatto, la protezione dei Servizi segreti statunitensi.

Onassis è noto per la sua precedente (e chiacchierata) relazione con Maria Callas, stella intramontabile del canto lirico (che pare abbia lasciato proprio per Jackie).

Nonostante una vita agiatissima, l’unione Kennedy – Onassis non può dirsi riuscita. Nella loro storia coniugale ci sono state tante criticità, ma alla fine sono rimasti sposati fino alla morte di lui, datata 1975.

13 cose che non sai su Jackie Kennedy

-Il padre è diventato un alcolista, e questo è stato uno dei grandi traumi della sua vita.

-Laureata in Belle Arti, è considerata la persona che, più di tutte, ha avvicinato gli ambienti della White House al fermento artistico e letterario dell’epoca (con mostre e grandi eventi tra poesia, fotografia e pittura).

-Parlava perfettamente tre lingue (oltre all’inglese): italiano, francese e spagnolo (dettaglio non secondario alla campagna presidenziale del marito, per cui ha registrato dei discorsi per i comizi davanti agli immigrati).

-Ha avuto un importante passato da giornalista, precisamente fotoreporter per The Washington Post (incarico che l’ha resa famosa nei meandri della politica e del jet set e le ha fatto incontrare JFK).

È morta a New York, il 19 maggio 1994. 5 anni più tardi, il figlio John è rimasto vittima di un tragico incidente aereo. Era il 1999, e a soli 39 anni il brillante e bellissimo erede dell’ex presidente USA, sua moglie Carolyn Bessette e la cognata sono morti su un velivolo da lui pilotato.

Il suo stile è diventato un orizzonte di moda e femminilità inarrivabili, imitato dalle donne più famose del pianeta! Prima di diventare eterno, però, ha attraversato un lungo campo minato di critiche. Agli albori del suo ruolo di First lady, molti hanno indicato i suoi outfit di respiro ‘troppo’ europeo (quasi una minaccia al proverbiale patriottismo americano).

-È stato Joseph Kennedy, suo amato suocero, a metterla in contatto con il fashion designer Oleg Cassini (noto a tutti come ‘Segretario di stile’ dopo aver confezionato per lei oltre 300 abiti più ‘consoni’ alla sua posizione).

View this post on Instagram

Jackie O's best fashion moments.

A post shared by from here to eternity (@classnjazz) on

-Ha dato un contributo essenziale per salvare il tempio egizio di Dendur, a rischio distruzione dopo la realizzazione della diga di Assuan.

-Ha vinto uno speciale Emmy Award per aver rivoluzionato gli arredi della Casa Bianca! All’interno della residenza presidenziale ha creato anche una scuola materna, per i figli e quelli del personale vicino al presidente.

-Ha avviato una causa contro un paparazzo, Ron Galella, vincendo clamorosamente e inaugurando una nuova epoca nella battaglia per la privacy.

-Bella, sofisticata e dolcissima, Jackie Kennedy era anche molto timida e fragile. La presunta liaison di Kennedy con Marilyn Monroe ha contribuito a rendere ancora più instabile un equilibrio emotivo già molto precario. Una fragilità che emergeva nel suo ‘vizio’ di mangiarsi le unghie, oculatamente celato dall’uso dei suoi immancabili guanti!

-La sua storia straordinaria è diventata un film, intitolato Jackie e interpretato da una strepitosa Natalie Portman.

-Si narra abbia avuto una storia con John Warnecke, l’architetto che si è occupato della progettazione del monumento funebre di suo marito JFK.

Fonte foto: https://www.instagram.com/thejackiekennedyproject/

7 minuti al giorno per un corpo da favola!


Filippo Melloni: tutte le curiosità su Padre Natura di Ciao Darwin 8!

Tutto quello che dovresti sapere sul cantante Bruno Venturini