Tutto quello che c’è da sapere su J. K. Rowling: dalla povertà al successo con la saga di Harry Potter.

J. K. Rowling all’anagrafe Joanne Rowling, ha iniziato a scrivere la saga di Harry Potter in un momento disperato della sua esistenza: era povera ed era una ragazza madre, le case editrici si rifiutavano di pubblicare i suoi romanzi e lei era costretta ad usufruire dei sussidi statali mentre nei ritagli di tempo, cercava di uscire dalla depressione scrivendo quello che in molti consideravano solo un romanzo per bambini, ma che poi si sarebbe rivelato il caso editoriale più famoso al mondo.

Dal 1997 la sua vita è cambiata, è il caso di dire, come per magia. Quella di Harry Potter è diventata una delle saghe letterarie più vendute al mondo e J. K. Rowling è passata da scrittrice disoccupata a stella letteraria di successo mondiale.

Chi è J. K. Rowling: la biografia

Joanne Rowling è nata a Yate, in Inghilterra, il 31 luglio 1965 sotto il segno del Leone. Trascorre la sua infanzia nella città natale, e dimostra fin da subito una grande fantasia. A sei anni scrive i suoi primi racconti, a dodici un romanzo basato su sette diamanti maledetti.

Nel corso della sua adolescenza conosce molte persone che ispireranno i personaggi della saga di Harry Potter, tra cui,ad esempio, Albus Silente, creato pensando al preside delle sue scuole elementari. 

J. K. Rowling: la carriera

Lo pseudonimo della Rowling, con l’aggiunta della ‘K’ (che sta per Kathleen) è stato scelto dalla scrittrice per rendere omaggio alla nonna paterna, che si chiama appunto Kathleen.

Dopo l’università si trasferisce a Londra per lavorare come ricercatrice presso Amnesty International. In questo periodo nasce il personaggio di Harry Potter, il maghetto di cui Joanne inizia a scrivere le avventure durante le pause pranzo o i ritagli di tempo. Impiega cinque anni a finire il primo romanzo, ma anche a intrecciare con grande cura tutti gli eventi e i personaggi della saga.

Il successo non arriva subito. Il suo testo viene rifiutato da diverse case editrici, fino a quando la piccola Bloombsury accetta di dare alle stampe il primo capitolo della saga. Incredibilmente, le vendite superano di gran lunga le aspettative e dà il via alla sua brillantissima carriera. Il resto è già storia.

Chiusa la saga nel 2007 con Harry Potter e i Doni della Morte, la Rowling si è dedicata a vari libri sempre legati alla saga, ad esempio lo spin off Gli animali fantastici: dove trovarli, ma ha anche provato a cimentarsi in libri di altro genere, in particolare ad alcuni gialli firmati sotto lo pseudonimo Robert Galbraith. Un nuovo libro della Rowling potrebbe comunque arrivare nei prossimi mesi, visto che la sua ultima pubblicazione è finora Buona vita a tutti, pubblicato in Italia nel novembre del 2017.

J. K. Rowling: Harry Potter e 7 curiosità sulla scrittrice

– Ama scrivere a mano, preferibilmente difronte a una tazza di tè fumante. L’ Elephant House, il pub di Edimburgo dove scrisse il primo libro della saga di Harry Potter, è diventato luogo di culto per tutti gli estimatori del romanzo.

J.K. Rowling
J.K. Rowling

– Non ha mai fatto segreto di aver vissuto grosse difficoltà finanziarie prima di diventare la scrittrice più famosa del mondo, e di essere stata costretta a scrivere nei pub perché non avrebbe avuto i soldi neanche per pagare la corrente.

Nonostante i rifiuti di varie case editrici (che consideravano il romanzo troppo lungo) la Rowling aveva già in mente tutta la storia della saga di Harry Potter, che ha impiegato quasi 11 anni per completare. Una volta terminata, e ormai diventata scrittrice di successo, ha rivelato: Penso sempre a Harry Potter, non posso farci niente. Smettere di scrivere di lui è stato un grande dolore, io so cosa succederà dopo, non posso bloccare l’immaginazione e mi piacerebbe poterlo raccontare.”

– Secondo alcune voci la scrittrice sarebbe stata costretta a indossare un camuffamento per andare ad acquistare il proprio abito nuziale, perché sarebbe stata perseguitata da orde di fan e giornalisti.

– Ha partecipato a una festa di Halloween il cui tema era vestirsi da peggior incubo mai avuto. Per l’occasione la Rowling ha deciso di scrivere di proprio pugno su un vestito, intitolando il travestimento da peggiore incubo “il romanzo perduto.”

– Nel 2017 è stata derubata di una breve storia di 800 parole sulla storia del padre di Harry Potter, e il cui ricavato sarebbe stato devoluto a un’asta di beneficenza. La Rowling ha pregato i suoi fan, con un messaggio su Twitter, di non acquistare il racconto.

– La sedia su cui ha scritto Harry Potter è stata venduta all’asta per 394 mila dollari.

– Nel 2016, per una serata di gala in onore del famigerato maghetto, la scrittrice ha indossato delle scarpe dorate e con ali della designer Sophia Webster che hanno suscitato i commenti entusiastici dei fan sui social.

J. K. Rowling: il marito, la depressione e il successo

Nel 1992 conosce il giornalista televisivo Jorge Arantes, di cui s’innamora perdutamente e con cui decide di convolare a nozze. A ottobre dello stesso anno nasce la loro figlia Jessica Isabel, ma poco dopo i due si separano (secondo alcune voci per violenze domestiche).

La scrittrice raggiunge la sorella a Edimburgo, dove la scomparsa della madre (per sclerosi multipla, una delle cause abbracciate dalla Rowling in seguito al suo successo), la separazione dal suo grande amore, e una situazione finanziaria a dir poco tragica la fanno sprofondare in una profonda depressione.

Unica via di scampo è la scrittura, ma anche qui non troverà riparo per molto visto che le occorreranno oltre 3 anni per trovare un editore disposto a pubblicarla.

Quello che è accaduto dopo è storia: la saga rende la Rowling più ricca della regina Elisabetta (anche se poi lei torna al secondo posto, dopo aver devoluto una grossa parte dei suoi guadagni in beneficenza) e Harry Potter è il mago più famoso del mondo (da cui verrà tratta anche la saga cinematografica, con Daniel Radcliffe, Rupert Grint e Emma Watson).

Nel 2001 J. K. Rowling è convolata in seconde nozze con il medico scozzese Neil Murray, da cui ha avuto due figli, David Gordon e Mackenzie Jean. Da diversi anni ormai la scrittrice vive con la famiglia in uno splendido palazzo del XVII secolo nella periferia di Edimburgo, in Scozia.

Quanto guadagna J. K. Rowling? La ‘mamma’ di Harry Potter è da anni una delle scrittrici con i maggiori compensi al mondo (secondo Forbes 92 milioni di dollari di ricavi netti nel 2019), e dal 2011 è stata inserita anche nella classifica delle donne più ricche del Regno Unito.

J. K. Rowling: il caso dei tweet contro le donne trans

Nel 2020 la scrittrice è stata al centro di una polemica molto accesa, che ha coinvolto anche alcuni attori del cast di Harry Potter, per dei tweet contro le donne trans sul suo account ufficiale.

La Rowling ha infatti scritto che chi non nasce con le mestruazioni non può essere considerato veramente donna, scatenando l’ira della comunità LGBTQ+. Una polemica cui l’autrice ha risposto con un lungo post sul proprio sito internet in cui ha scritto: “Non mi piegherò di fronte a un movimento che ritengo stia facendo danni dimostrabili nel tentativo di erodere il concetto di ‘donna’ come classe politica e biologica, offrendo protezione ai molestatori come pochi nella storia“. Nello stesso post, ha ammesso di aver subito violenze domestiche e abusi durante il suo primo matrimonio.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
J. K. Rowling

ultimo aggiornamento: 18-06-2020


Tutto su Rebel Wilson: voleva studiare matematica, ma è diventata attrice grazie… alla malaria

Chi è Sergio Sylvestre, il cantante americano che ha vinto Amici