Chi è il noto attore italiano Paolo Villaggio

Tutto ciò che non sapete sull’attore icona degli anni 80 e 90

chiudi

Caricamento Player...

Il suo personaggio più rappresentativo è certamente l’ingegner Ugo Fantozzi protagonista di avventure tra il surreale e il comico; ma Paolo Villaggio ha interpretato molti altri ruoli nella sua ricchissima carriera che lo ha visto impegnato anche con tv, radio, teatro e persino musica.

Paolo Villaggio è mancato a Roma il 3 luglio 2017, a seguito di complicazioni mediche dovute al diabete, dal quale era affetto da molto tempo. L’annuncio è stato dato dalla figlia Elisabetta, che negli ultimi anni seguiva il padre da vicino, prendendone spesso le difese.

Di recente, per esempio, ha fatto il giro sui principali giornali il post rilasciato dalla figlia Elisabetta sui social che denunciava lo scarso interesse del cinema italiano nei confronti del padre in questo periodo della carriera e della vita:

“Non starà al meglio, certo. Ma il cinema italiano lo ha abbandonato invece mio padre c’è”

Chi è Paolo Villaggio

Non tutti sanno che agli inizi della carriera dell’attore genovese c’è la radio e l’intrattenimento come cabarettista su navi da crociera dove nasce il forte sodalizio con l’amico Fabrizio De André; quindi arriva il teatro e la radio. Viene scoperto da Maurizio Costanzo.

Quindi nascono due personaggi iconici come Fracchia e Kranz.

Inizia a diventare molto noto nel piccolo schermo e gli vengono affidate le conduzioni di alcune trasmissioni di successo.

Della sua recitazione colpisce sempre il suo modo di coinvolgere il pubblico in gag nate spesso da un copione non scritto nato dall’ispirazione del momento su un canovaccio.

Quindi arriva il cinema che gli varrà anche premi prestigiosi e il più importante di tutti: l’affetto dl pubblico che tutt’oggi non smette di seguire e amare i suoi ruoli comici, senza dimenticare quelli drammatici in cui si è cimentato in fasi alterne della sua carriera.

Premi cinematografici

  • 1990: David di Donatello per il miglior attore protagonista per La voce della luna, di Federico Fellini
  • 1992: Leone d’Oro alla carriera al Festival del cinema di Venezia
  • 1994: Nastro d’argento al migliore attore protagonista per Il segreto del bosco vecchio, di Ermanno Olmi
  • 2000: Pardo d’onore alla carriera al Festival internazionale del film di Locarno
  • 2009: David di Donatello alla carriera

Onorificenze

Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 2 giugno 1995

 

Fonte foto copertina: facebook.com/Paolo-Villaggio-108456092507/