È una delle voci più autorevoli e seguite nella galassia degli studi sul rapporto tra vita quotidiana, sviluppo urbano e nuove tecnologie. Si chiama Carlo Ratti e la sua è una storia che insegna.

Architetto di fama mondiale e ingegnere, lo sguardo attento e sempre aperto a nuovi orizzonti tecnologici, Carlo Ratti è una delle firme italiane più brillanti nel mondo. Direttore del Senseable City Lab al MIT – Massachusetts Institute of Technology di Boston, ha dato vita a un intenso lavoro di ricerca nel settore della tecnologia integrata all’urbanistica, partendo dall’idea di una realtà fatta di un reciproco scambio di informazioni tra uomo e oggetti. Quando case, edifici e architettura iniziano a “risponderci”, lì scorgiamo la grandezza del suo lavoro….

Chi è Carlo Ratti e dove vive?

Carlo Ratti è nato a Torino, sotto il segno del Capricorno, il 7 gennaio 1971. Architetto e ingegnere, vive tra l’Italia e gli Stati Uniti (precisamente a Boston, dove insegna al MIT e dirige il Senseable City Lab).

Si è laureato al Politecnico della sua città natale e all’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées di Parigi, prima di ottenere i titoli di Master in Philosophy e PhD in architettura dal Martin Centre dell’Università di Cambridge…

Carlo Ratti
Carlo Ratti

La vita privata di Carlo Ratti

Nulla si sa della vita privata di Carlo Ratti, di cui è emerso soltanto il profilo strettamente legato alla sua professione. Nessun aiuto, in questo senso, arriva dalla galassia social: l’architetto risulta assente con account personali, mentre su Instagram, ad esempio, è presente una pagina dedicata alla Carlo Ratti Associati, studio di architettura con sede a Torino e filiali a Boston e Londra.

Quindi, possiamo affermare che tutto quanto è visibile al mondo, della sua storia, ruota attorno alla sua attività professionale e allo sviluppo di progetti di design dal sapore innovativo e originale che portano la sua firma.

4 cose da sapere su Carlo Ratti

– La rivista Esquire ha inserito Carlo Ratti tra i “Best & Brightest”, Forbes tra i “Names You Need to Know” e Wired tra le “50 persone che cambieranno il mondo”. Fast Company lo ha inserito tra i “50 designer più influenti negli USA”, a dimostrazione di una carriera davvero strabiliante.

– Due dei suoi progetti – il Digital Water Pavillion e la Copenhagen Wheel – sono finiti di prepotenza tra le “Migliori invenzioni dell’anno” elencate dal Time (nel 2007 e nel 2014).

– Carlo Ratti ha insegnato al Politecnico di Torino, all’Ecole Nationale des Ponts et Chaussées, e ad Harvard…

– Centinaia le sue pubblicazioni, nominato tra i 25 creativi che cambieranno il mondo del design nel futuro.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Carlo Ratti mit

ultimo aggiornamento: 25-06-2020


Dalla moda alla recitazione: ecco chi è Luca Calvani!

Alessio Viola: tutto quello che c’è da sapere sul giornalista e conduttore tv