C’è un età in cui iniziamo a perdere gli amici: ecco quale

Arrivati ad una certa età, tutti iniziamo a perdere gli amici, anche quelli più stretti. Vediamo quando e per quali motivi accade.

chiudi

Caricamento Player...

Molte persone pensano che gli amori prima o poi finiscano, ma non le amicizie. A quanto pare, invece, non è così: un articolo scientifico pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science ha evidenziato che, arrivati ad una certa età, tutti noi cominciamo a perdere gli amici.

Lo studio è stato fatto da un gruppo di scienziati dell’Università di Oxford, nel Regno Unito, e della Aalto University, in Finlandia, monitorando i contatti telefonici di uomini e donne che hanno partecipato allo studio. Vediamo cosa è emerso.

Quando e perché perdiamo gli amici

amici

Gli scienziati hanno tracciato in maniera anonima le chiamate, il sesso e l’età di 3 milioni di persone europee in possesso di telefoni cellulari, soffermandosi sulla quantità di numeri telefonici contattati per tracciare le loro relazioni sociali. Dallo studio è emerso che intorno ai 25 anni sia gli uomini che le donne hanno un grande numero di rapporti sociali e iniziano a cercare un partner fisso. Una volta trovato, tendono a eliminare sempre di più le relazioni con altre persone, dedicandosi esclusivamente alla coppia e al lavoro.

A 25 anni gli uomini hanno in media contatti con 19 persone diverse al mese, mentre le donne con 17,5 persone. A 39 anni il numero si riduce drasticamente, scendendo rispettivamente a 12 e 15 persone al mese. infine, ad 80 anni si arriva ad 8 persone per le donne e 6 per gli uomini.

È chiaro, quindi, che dopo il picco dei 25 anni le amicizie diminuiscono sia per gli uomini che per le donne, ma in misura maggiore per quest’ultime. Dopo i 30 anni, però, le donne hanno un maggior numero di connessioni rispetto agli uomini, probabilmente perché diventando mamme e poi nonne allargano le loro conoscenze facendo amicizia con altre mamme e nonne. Intorno ai 40 e 50 anni si ha una fase stabile, mentre dopo i 60 le amicizie diminuiscono nuovamente, raggiungendo quasi l’isolamento con la vecchiaia. Bisogna tenere conto, però, che sono stati osservati solo dati telefonici e che le persone anziane usano la tecnologia in modo limitato.