Cosa fare se non si è avuto ancora il casahback di Natale: online un portale reclamo in cui poter inoltrare richiesta entro 120 giorni.

Il cashback di Natale ha funzionato quasi al 100%, con ben 223 milioni di euro tornati nelle tasche dei risparmiatori italiani a fine febbraio stando ai dati ufficiali. Lanciato l’8 dicembre e rimasto in vigore fino al 31, l’extra cashback per le feste ha visto aderire 4,6 milioni di utenti con transazioni valide, anche se il 30% non ha raggiunto la soglia minima di dieci pagamenti elettronici per il ritorno del 10% della spesa effettuata. Alla fine, Consap ha disposto oltre 3 milioni di bonifici per una media di poco meno di 70 euro di rimborsi. Di questi però lo 0,04% non è andato a buon fine. Cosa fare in questo caso? Scopriamolo insieme.

Cashback di Natale: cosa fare in caso di mancato rimborso

A non far andare a buon fine i bonifici possono essere diversi tipi di problemi: inserimento errato dell’Iban sull’app Io, conto corrente bloccato o non più esistente. Qualora si rientri nello 0,04% di utenti che non hanno potuto ottenere il rimborso per questo motivo, esiste un’apposita funzionalità sull’applicazione per poter inserire un Iban valido.

Cashback
Cashback

Qualora il problema non riguardi l’Iban o il conto corrente, ma un accredito inesatto o un mancato accredito, è possibile comunque presentare reclamo entro 120 giorni dal 1° marzo: ecco come fare.

Portale reclamo per il Cashback

Se non si è avuto il rimborso che ci spettava, o se il rimborso ottenuto è errato, si può presentare reclamo dal 1° marzo entro 120 giorni attraverso un portale appositamente creato da Consap per inoltrare segnalazioni, identificando un motivo, il sistema utilizzato il rimborso atteso e ricevuto, eventualmente caricando la scansione degli scontrini Pos e di ogni altra documentazione utile.

Va comunque sottolineato che alcune transazioni potrebbero non essere state visualizzate sull’app Io per motivi tecnici, ad esempio per un pagamento effettuato da un acquirer non convenzionato, o con carta valida sia come Pagobancomat che come carta di debito, o tramite applicazioni non supportate come Apple Pay o PayPal. Al momento sono state inoltrate poche migliaia di segnalazioni di reclamo, cui Consap risponderà entro 30 giorni dalla data di presentazione. Se hai già inoltrato la segnalazione, non resta che pazientare qualche giorno.


Cosa significa glicine?

A Londra arriva la tassa sugli abbracci in aeroporto